Utente 664XXX
Un saluto allo staff medico di MedicItalia,
sono un uomo di 37 anni e vorrei gentilmente chiedervi un informazione in merito ad un incidente sul lavoro accadutomi anni addietro,nel 1998 a causa di una caduta sul cantiere edile dove lavoravo mi fratturai il polso sx,l'Inail mi riconobbe un grado pari al'11% di invalidità,per un anno ho percepito un assegno mensile di 110.000 (centodiecimilalire),dopo un anno fui chiamato a visita per revisione e per motivi di salute non mi presentai,l'assegno mi venne interrotto,nel mese di febbraio di quest'anno venni nuovamente convocato a visita di controlo medico legale da parte dell'Inail,dopo un periodo mi arrivò il verbale con il risultato che il grado mi venne abbassato dal 11% al 6%,ma in questi 10 anni (dieci) non ho percepito nessun indennizzo,allora mi chiedo perchè questa revisione?,adesso vorrei sapere se vi mi spetterebbe qualcosa in questi anni 10 anni (dieci.Proprio sul Vostro sito ho letto questa parte
"L'indennizzo parte da una invalidità del 6%.
Dal 6% al 15% per indennizzo si eroga una somma in capitale, una tantum, differenziata in funzione del grado di invalidità, del sesso e dell’età.",se e vero questo perchè l'Inail mi ha interrotto il veramento del contributo spettante?.Vorrei in merito delle delucidazioni.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Se l'infortunio è avvenuto prima del luglio 2000, con l'11% ha diritto ad un assegno minimo mensile, con le nuove tabelle il minimo previsto per l'erogazione dell'assegno è il 16%. Nel suo caso bisognerebbe acquisire le copie della documentazione Inail per capire se l'assegno le è stato tolto poichè non si è presentato. Vada ad un patronato e verifichi la sua situazione carte alla mano.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 664XXX

Buongiorno Dr Golia,
La ringrazio per avermi risposto,si in effetti come scritto in precedenza l'infortunio risale al 1998,il fatto e che mi sono rivolto ad un patronato già a febbraio di quest'anno quando venni chiamato a visita medico legale ma da allora il patronato no mi ha dato niente da sapere,questi giocano con il tempo degli altri,bho non so che dire,pressare non saprei non vorrei mostrarmi ridicolo anche se ho le mie ragioni,non so che fare.

[#3] dopo  
Utente 664XXX

Un saluto allo staff medico di MedicItalia,
Scusatemi se ripropongo di nuovo il quesito,ma vorei cercare di capire bene cosa fgare.
Sono un uomo di 37 anni e vorrei gentilmente chiedervi un informazione in merito ad un incidente sul lavoro accadutomi anni addietro,nel 1998 a causa di una caduta sul cantiere edile dove lavoravo mi fratturai il polso sx,l'Inail mi riconobbe un grado pari al'11% di invalidità,per un anno ho percepito un assegno mensile di 110.000 (centodiecimilalire),dopo un anno fui chiamato a visita per revisione e per motivi di salute non mi presentai,l'assegno mi venne interrotto,nel mese di febbraio di quest'anno venni nuovamente convocato a visita di controlo medico legale da parte dell'Inail,dopo un periodo mi arrivò il verbale con il risultato che il grado mi venne abbassato dal 11% al 6%,ma in questi 10 anni (dieci) non ho percepito nessun indennizzo,allora mi chiedo perchè questa revisione?,adesso vorrei sapere se vi mi spetterebbe qualcosa in questi anni 10 anni (dieci.Proprio sul Vostro sito ho letto questa parte
"L'indennizzo parte da una invalidità del 6%.
Dal 6% al 15% per indennizzo si eroga una somma in capitale, una tantum, differenziata in funzione del grado di invalidità, del sesso e dell’età.",se e vero questo perchè l'Inail mi ha interrotto il veramento del contributo spettante?.Vorrei in merito delle delucidazioni.
Grazie.
P.S.
Navigando proprio in questo sito alla voce "Inail" "Infortuni",ho aprreso che un soggetto con una riduzione della percentuale lavorativa del 6% ha diritto ad un trattamento economico se pur misero,vorrei in merito dei chiarimenti ai fatti sopracitati ed in più capire perchè s l'Inail mi ha riconosciuto una grado di invalidità del polso del 6% mi ha comunque chiuso la pratica nella visita fatta a Febbraio 2009?,nei dieci anni decorsi non percepivo l'assegno da parte dell'Inail ma la pratica era aperta infatti è stata chiusa dopo l'ultimo accertamento ma di questi dieci anni ho diritoo ad una tantum?.
Spero poter avere quanto prima in merito dei chiarimenti.
Un Salutoa tutto lo staff.