Utente 131XXX
Buongiorno, nel settembre 2008 ho stipulato un'assicurazione malattia ed infortunio con copertura di una diaria giornaliera.
Il 02 maggio 2009 venivo ricoverato per sospetto ittero dovuto a calcolosi residuale (sono colecistimizzato da giugno 2008) ed il 05 maggio 2009 subivo intervento di ERCP che mi causava una lesione al duodeno con conseguenze non da poco. Necessitavo di ulteriori due inteventi ed una degenza totale di 63 giorni invece dei 10 giorni previsti.
L'assicurazione non intende indennizzare nulla in quanto sostiene la preesistenza dei calcoli. Sulla preesistenza dei calcoli sono d'accordo ma la lesione subita è una situazione nuova e non preesistente.
Mi conviene adire le vie legali?

Ringrazio anticipatamente.

ROBERTO

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

essendo i calcoli biliari preesistenti, tutto ciò che ne consegue comporta, in teoria, la non indennizzabilità..

Tuttavia, per un giudizio più preciso, bisognerebbe sapere:
- le condizioni contrattuali della polizza sulle preesistenze;
- se ha redatto alla stipula della polizza un Questionario Anamnestico;
- se sì, se ha dichiarato di essere affetto da calcoli biliari
- e per quale motivo ha fatto l'ERCP dopo la colecistectomia.

Mi faccia sapere.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it