Utente 142XXX
SALVE, a settembre '09 mentre ero al lavoro son caduto da un altezza di circa 3 metri ed ho riportato una frattuta soma L1 con schiacciamento della stessa..ho fatto tutto cio che le prescrizioni mi han detto..ed a fine periodo l'Inail mi ha spedito la lettera nella quale mi ha comunicato di avermi accertato un danno biologico con invalidita del 6%! Possibile che sia cosi poco? Certo, la frattura si è saldata ed è tornata normale ma la vertebra rimane e rimarrà schiacciata vita natural durante..I medici mi han consigliato di nn caricarmi di pesi eccessivi e addirittura, essendo io un elettricista, nei limiti del possibile, di trovarmi un altro mestiere piu leggero. A questo punto la mia ipotesi è che il giudizio inail tenga conto solo della frattura e nn dello schiacciamento che appare a me la cosa piu grave. Cosa potete dirmi in merito?
GRAZIE.
MIRKO.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

nelle tabelle INAIL allegate al DM 12 Luglio 2000 alla voce 205 si legge:
"Esiti di frattura di vertebra lombare con residua deformazione somatica, deficit funzionale di media entità e/o disturbi trofico-sensitivi intercorrenti: fino al 10%".

Nel suo caso, va valutata l'entità dello schiacciamento del corpo vertebrale (grado della deformazione a cuneo che si rileva alla radiografia) e l'entità della limitazione dei movimenti del rachide.

Le suggerisco di consultare di persona un medico-legale, per valutare l'opportunità di un ricorso con richiesta di visita collegiale.

infortunio inail
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=89894
http://www.medico-legale.it/infortunio_inail.html

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it