Utente 761XXX
buongiorno, nell'agosto del 2008 ho subito una quadrantectomia al seno dx per un carcinoma duttale infiltrante,con dissezione di 16 linfonodi ascellari, di cui 6 con metastasi. L'esito dell'esame isotologico e' il seguente pT1cN2aG3. A dicembre dello stesso anno mi e' stata riconosciuta una invalidita' del 100% con revisione dopo un anno. Ho da poco fatto la visita di revisione e ho appena ricevuto il verbale nel quale non mi viene confermata l'invalidita' ma solamente l'handicap fisico. Mi domando il motivo per cui non mi e' stata rinnovata l'invalidita' visto che le mie condizioni sono le stesse di quando ho fatto la prima visita. Ho sentito di casi di altre donne alle quali alla revisione l'invalidita' e' stata abbassata al 75% e comunque dopo un paio di anni, o anche tre. Chiedo cortesemente un parere al riguardo, grazie.

[#1] dopo  
Dr. Vito Carlucci

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Ritengo che l'invalidità civile di almeno il 60-70% le spetta fino ai 5 anni che è la durata del follow up cioè il periodo nel quale può verificarsi una riaccensione del processo neoplastico o addirittura delle metastasi. Circa l'handicap previsto dalla legge 104 il suo stato di handicap è lieve e non grave e pertanto non potrà usufruire dei benefici che spettano ai titolari di L. 104 3 giorni al mese di assenza giustificata dal lavoro
Dott. Vito Carlucci

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Vallebona

24% attività
0% attualità
12% socialità
CECINA (LI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
A mio avviso è ingiustificato ad un anno la riduzione del punteggio assegnatole in prima istanza (100%) dal momento che il follow up minimo per tale patologia è 5 anni, ma ben più ragionevolmente potrebbe ritenersi anche maggiore. Quindi sembra impropria la riduzione operata. Per quanto riguarda l'handicap sono d'accordo con il collega, non potendole essere ricosciuta la situazione di gravità.
Dr. Alessandro vallebona

[#3] dopo  
Utente 761XXX

Ringrazio sentitamente per le risposte ricevute. Vista dunque l'ingiustificata riduzione del punteggio, mi permetto di chiedere un nuovo parere su quello che mi conviene ora fare: che sia doveroso fare un ricorso? e se si, a chi mi potrei rivolgere?
Rinnovo il mio ringraziamento e porgo cordiali saluti.