Utente 147XXX
Salve
Circa 2 mesi fa mi è stata contestata la guida in stato d'ebbrezza e perciò rimandato alla C.M.L. per gli esami di rito. Il giorno della visita dovrò portare una "Autocertificazione relativa ai precedenti morbosi". Premetto che in passato ho avuto un ricovero temporaneo (3 ore in tutto) in un pronto soccorso nella cui ANAMNESI veniva scritto "abuso alcolico e assunzione haschis", tuttavia non mi sono stati fatti esami specifici relativa all'assunzione di droghe e nella DIAGNOSI è stato solo scritto "abuso alcolico".
All'interno della autocertificazione ci sono 2 domande a cui non so esattamente come rispondere, le cito:

1)E’ incorso in sospensione o revisione della patente per guida in stato di ebbrezza alcolica? Ha sofferto di dipendenza o abuso di sostanze alcoliche? Se sì, SPECIFICARE quando:

2)E’ incorso in sospensioni o revisione della patente per uso di sostanze stupefacenti ? Ha fatto uso di canapa indiana, ecstasy, eroina, cocaina, anfetamine, LSD od altre droghe di abuso ? Se sì, SPECIFICARE quando:

La 1) immagino devo ripondere di SI' anche perchè sono in revisione per guida in stato di ebbrezza, ma in quando cosa devo mettere? La data in cui mi è stata contestata la guida in stato d'ebbrezza, quella in cui mi è stato diagnosticato l'abuso alcolico o tutte e due?

Per la 2) invece ho il dubbio maggiore, perchè in realtà non mi è mai stata diagnosticata l'assunzione di stupefacenti ma solo riferita a voce ma non verificata. Cosa dovrei mettere per non rischiare una "mendace affermazione"?

Il mio problema ruota intorno al VALORE LEGALE dell'anamnesi in caso di verifica delle mie dichiarazioni. Sono certo che non posso negare l'abuso alcolico (è diagnosticato) ma mi chiedo se una semplice dichiarazione nell'anamnesi (sono pur sempre parole e ipotesi) senza prove oggettive possa bastare per costringermi a mettere SI' alla domanda sugli stupefacenti.
Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Vito Carlucci

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Ritengo che alla prima domanda dell'abuso di acool dovrà rispondere SI visto che è in corso la revisione della patente per questo motivo. Per la seconda dovrà rispondere NO perchè non vi è traccia scritta di una contestazione di guida sotto effetti di stupefacenti.
Comunque nell'interesse di tutti è preferibile non fare uso-abuso di tali sostanze e ancor meno mettersi alla guida dopo tale uso di sostanze.
Dott. Vito Carlucci

[#2] dopo  
Utente 147XXX

La ringrazio per la risposta esauriente. Ha perfettamente ragione, non è assenato usare sostanze psicoattive, e proprio perchè è un argomento delicato e grave mi chiedevo se bastasse una anamnesi per fare di me un "tossico", perchè non lo sono. Per inciso sono certo che qualsiasi esame specifico su droghe darebbe risultati negativi, ma se avessi risposto SI' alla domanda riguardante gli stupefacenti avrei ammesso un uso di sostanze che non esiste, col risultato che non potrei mai più negarlo in futuro a specifica domanda.
Grazie ancora, le porgo cordiali saluti.