Utente 166XXX
Ciao a tutti, il giorno 15/07/2010 è scaduto il mio contratto di lavoro come operaio piccola industria settore alimentare.
Con quest' azienda lavoro dal 2008 con contratti a termine che variano dai 4 ai 6 mesi.
Nel corso dell' attività lavorativa ( 8 ORE AL giorno / 5 gg a settimana ) mediante lavoro ripetuto e continuativo, da accertazione medica con elettromiografia, mi viene riscontrato l' epicondilite a tutte e 2 gli arti ed in particolar modo a quello sx.
Volevo sapere se devo presedntare domanda all' inail come malattia professionale o, aspettare che l' azienda mi richiama ( se mi richiama).
Inoltre, essendo una malattia professionale tabbellata, l' inail mi indennizzerà? A quanto ammonterebbe l' indennizzo? c'è pure un danno biologico?

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

che tipo di lavoro ha fatto e per quanto tempo?

Sono riconosciute come malattie professionali:
- le osteoartropatie di polso, gomito e spalla causate da lavorazioni che espongono a vibrazioni al sistema mano-braccio;
- le tendiniti di spalla, gomito, polso e mano causate da lavorazioni svolte in modo non occasionale, che comportano movimenti ripetuti, mantenimento di posture incongrue impegno di forza (malattie da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori).

La percentuale di invalidità non dipende dalla patologia, ma dalla loro conseguenza sulla funzione dell'arto colpito, ovvero sulla effettiva limitazione funzionale.

Se pensa di avere una delle malattie citate, certamente può fare domanda all'Inail di malattia professionale, indipendentemente dal fatto che la ditta la richiami o no al lavoro.

infortunio inail
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=89894
http://www.medico-legale.it/infortunio_inail.html


Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 166XXX

Grazie della risposta, il mio lavora consisteva nel prelevare mediante tutte e 10 le dita della mano dei vasetti vuoti atti alla conserve di marmellata. Questi vasetti venivano posizionati su di un nastro ed in seguito riempiti meccanicamente.Ogni vasetto più o meno aveva un peso di 240 gr, calcolando una media di 13000 vasi al giorno, ogni dita della mano prendeva 1300 vasetti aprendo e chiudendo la mano a mo di ragno. Il Bancale contenente i vasetti aveva un altezza all' incirca di 1,50 m, ogni strato è composto da circa 208 vasetti,quindi man, mano che si finiva uno strato, il bancale si abbassava arrivando a terra quindi, c'è da mettere pure il piegamento della schiena. Il bancale della misura di 120x80 veniva posizionato sulla mia destra e sinistra e, con un movimento del bacino a mo di twist, un pò a destra ed un pò a sinistra venivano prelevati i vasetti atti ad essere riempiti.
Lavoro con quest' azienda da circa 2 anni con contratti che vanno dai 4 ai 6 mesi.
Mi è stata diagnosticata dopo un' elettromiografia bilaterale arti superiori, l' epicondilite, malattia professionale menzionata nelle tabelle delle malattie professionali dell' inail.
Ho forti dolori e, formicolio continuo alle dita anulare e mignolo sx.
Non ho più la forza nelle braccia come un tempo, nel momento in cui faccio qualche sforzo, tipo prendere un peso o, anche lavare la macchina per fare un esempio, risento subito del dolore che mi costringe a fermarmi.
HO un mutuo da pagare, sono giovane (30 ANNI) e non ho voglia di finire la mia vita a chiedere elemosina sulle strade, senza nulla togliere a nessuno.
Come posso risolvere al meglio il problema?

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
le avevo già risposto

"Se pensa di avere una delle malattie citate, certamente può fare domanda all'Inail di malattia professionale, indipendentemente dal fatto che la ditta la richiami o no al lavoro"

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it