Utente 172XXX
Buongiorno,

mia figlia ha 4 mesi ed è stata sottoposta pochi giorni fa ad un trapianto di midollo osseo da donatore da banca. La patologia da cui è affetta è ADA SCID ed è stata diagnosticata dopo 30 gg dalla nascita. Attualmente è ricoverata in isolamento in camera sterile insieme a mia moglie (che la deve assistere ma soprattutto allattare in quanto per la bimba sono essenziali gli anticorpi passati con il latte materno). Vorrei sapere: dato che mia moglie sarà costretta ad assentarsi dal lavoro per accudire la bimba per un periodo di 1/2 anni, volevamo chiedere il congedo straordinario retribuito (credo che vada fino ad un massimo di 24 mesi) che spetta ad un genitore che deve curare un figlio gravemente malato. Per chiedere ciò, ho saputo che prima bisogna fare tutte le pratiche che riconoscano l'invalidità della bimba. In questa situazione, secondo voi ci sono i requisiti per ottenere l'invalidità ed accedere quindi alla domanda di congedo parentale straordinario retribuito? Vale quindi la pena di gettarsi nella giungla di pratiche, domande, visite di ASL e INPS?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Certamente deve presentare la domanda di invalidità civile e di Legge 104. In particolare se verrà riconosciuta la situazione di gravità (art. 3 comma 3) ai sensi della L. 104 avrà diritto al congedo straordinario (legga anche cosa c'è scritto sul C.C.N.L. di riferimento del lavoro della moglie).
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona