Utente 175XXX
salve dottore
con invalidità civile del 75% dovuta a problemi di tipo depressivo (psicosi nello specifico), con visita di revisione nel 2012, quali tipi di lavoro possono essere fatti in maniera LEGALE cioè senza stare sbagliando con la legge?
Ovviamente il poliziotto non posso farlo..ma per esempio lavori tipo autista di camion o autobus,non è possibile ottenere l'idoneità alla mansione?
Sto provando alcuni concorsi per istruttori amministrativi (lavori di ufficio sui comuni,non vigile urbano che richiede l'arma per l'appunto).
Per quanto riguarda poi il vigile urbano al comune di roma ci sono attualmente 300 posti,devo per forza di cose rinunciare oppure c'è un modo per fare anche questo tipo di lavoro,nella mia condizione?
Questo tipo di patologie precludono la possibilità di svolgere determinate mansioni oppure si puo' essere idonei pur essendo al 75% invalidi?Vale cio' che dice l'ASL con i suoi certificati medico-legali oppure cio' che decide il datore di lavoro al momento dell'assunzione?
Non ricordo chi me lo disse,ma ci dev'essere un modo per sapere quale lavoro puoi e quale non puoi fare.Le ripeto possibilmente mi risponda nello specifico del mio problema con invalidità civile del 75% per disturbo psichico .
la ringrazio,a presto

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

come lei stesso dice, le sono preclusi lavori per i quali è previsto l'uso delle armi.

Quanto a lavori che prevedano la guida autoveicoli, tutto è condizionato dai farmaci che assume per la depressione; su questo punto, può consultarsi con il suo psichiatra.
Esiste poi un'apposita commissione presso ogni l'ASL che decide sul rilascio delle patenti di guida in base alla patologia di ciascuno.

Secondo me, a parte questi due tipi di lavori, lei può benissimo fare tutta una numerosa serie di altri lavori.
Per quanto riguarda il datore di lavoro, deve sapere che sono vietate le visite pre-assuntive. Dopo l'assunzione il datore di lavoro può rivolgersi all'ASL per chiedere se un suo dipendente sia idoneo o no ad una determinata mansione.

Spero di esserle stato utile.

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it