Utente 161XXX
Gent.mi medici, a seguito di un infortunio sul lavoro nel mese di febbraio, sono stato operato in artoscopia a luglio per una piccola frattura del menisco. Durante l'intervento l'ortopedico ha visto che ho una grave condropatia di IV grado al ginocchio sinistro. Premetto che prima di questo infortunio non ho mai accusato alcun distrurbo al ginocchio, ma l'inail asserisce che questo tipo di danno non ha niente a che fare con l'infortunio subito, perche, a loro parere, un simile danno è conseguenza dell'usura e ci mette tanto tempo a diventare così grave. Allora se questo fosse vero è possibile che sia dipeso dal fatto che essendo io camionista da ben 27 anni e utilizzando di continuo la gamba sinistra per la frizione (il camion ha 18 marce, quindi potete immagginare quante volte nell'orario di lavoro debbo schiacciare la frizione) mi si possa essere consumata a tal punto la cartilagine? Vorrei sapere se in questo caso posso fare la richiesta di malattia professionale all'inail, in quanto il ginocchio mi dà tanti problemi e mi hanno consigliato un nuovo intervento chirurgico. Premetto che il ginocchio destro non ha alcun problema. Se può essere utile ho 49 anni. Aspetto Vostra cortese risposta. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
può tranquillamente presentare domanda di malattia professionale all'Inail.
Chiaramente occorrerà dimostrare che il ginocchio destro è indenne da tale problematica (condropatia) altrimenti le mansioni lavorative non hanno avuto grande rilevanza nella evoluzione della condropatia.
Comunque, ritengo sia una strada in salita. Ma tentar non nuoce.
Si faccia illustrare da una struttura di patronato valida come istruire una pratica per malattia professionale.
Buona fortuna
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 161XXX

Ringrazio per la risposta ricevuta e vorrei ancora chiederle se per la condropatia di IV grado esiste una tabella che specifichi la percentuale di invalidità a cui si avrebbe diritto in caso di malattia professionale. Grazie e cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
non esiste in tabella una voce indicativa per la condropatia per cui si va in valutazione per analogia (ovvero, in parole povere, per somiglianza...).
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#4] dopo  
Utente 161XXX

Grazie ancora per la Sua risposta. Ma secondo Lei (magari le sono capitati casi analoghi)quanto può essere valutato un danno del genere? Il mio ginocchio purtroppo non mi permette di fare le attività che facevo prima, oltre che salire e scendere le scale con facilità, fare lunghe camminate ecc. Inoltre è molto gonfio e durante il lavoro e il movimento normale accuso dolore. Applico ghiaccio ma purtroppo il gonfiore non diminuisce. Grazie saluti

[#5] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
occorre una visita diretta per la specifica del danno.
Nel suo caso le variabili sono troppe per poter essere anche orientativi in una valutazione percentuale.
Sulla scorta della limitazione funzionale si prenderà una voce tabellare piuttosto che un altra.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni