Utente 182XXX
Egregio Dottore,
l'11-05-2010 ho avuto una frattura inzialmente scomposta dell' apice del malloeolo peroneale, e anche del malleolo tibiale mediale, con dislocazione parziale dei monconi. è stato un'incidente sul posto di lavoro, pertanto sono un INAIL. Sono stata operata con osteosintesi e attualmente ho una placca e 3 viti al malleolo peroneale, e 2 viti al malleolo tibiale. in questi mesi ho effettuato vari cicli di rieducazione motoria. Oggi 24-11-10 ho chiuso la mia invalidità temporanea a lavorare; ma , per quanto riguarda la percentuale di invalidità , la dottoressa vuole aspettare 6 mesi ( da oggi) poichè sono in lista operatoria per la primavera 2011 per la rimozione dei mezzi di sintesi. Secondo lei , quale potrebbe essere attualmente la mia percentuale di invalidità? E inoltre vorrei sapere se la percentuale di invalidità, effettuata dopo la rimozione dei mezzi di sintesi, è inferiore rispetto alla percentuale di invalidità che potrei avere adesso.
Ringrazio Anticipatamente per eventuali riposte.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Generalmente la percentuale d'invalidità dopo la rimozione dei mezzi di sintesi è leggermente inferiore.

Per una valutazione del danno biologico bisognerebbe esaminare la documentazione e visitare la persona, in ambito INAIL, per le fratture come la sua, le tabelle prevedono un danno fino al 12% (per anchilosi caviglia), dipende dalla limitazione funzionale della caviglia e dall'entità delle eventuali cicatrici.
Tenga conto che l'INAIL riconosce un beneficio economico a partire dal 6%.
A mio parere (dopo rimozione mezzi di sintesi) potrebbe avere orientativamente un 8%.
Vada da un medico-legale per una perizia di parte.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona