Utente 178XXX
Egregi Dottori,
vorrei sottoporVi una richiesta generica ma a me necessaria di spiegazioni:
1) Nel caso si richiedessero necessari dei trattamenti fisioterapici e/o farmacologici in seguito a danni riportati a causa di incidente automobilistico, fino a quanto tempo si può aspettare per non far sì che (eventualmente) decada la responsabilità civile del colpevole e che esso non sia più in obbligo verso il soggetto in cura?
=es.: sono prescritte dei cicli di fisioterapia ma non vengono svolti finchè la loro necessità diventa impellente per l'organismo, ma sono passati 2 anni...
=es.: sono prescritti trattamenti che vengono adottati, ma a distanza di qualche anno si presentano problemi correlabili sicuramente all'incidente...
Ecco, come ci si regola in questi casi?

Spero in una Vostra risposta e Vi ringrazio anticipatamente.

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
la responsabilità del cosiddetto colpevole decade nel momento in cui lei accetta la transazione economica con la quale viene soddisfatto il risarcimento (cerco di rispondere a questa domanda ma farebbe meglio a scriverla anche ad un forum di avvocati).
Si tratta, prima di definire la entità del suo risarcimento, di essere quasi certi che non vi saranno altre problematiche e/o complicanze che, con alta probabilità, si manifesteranno a distanza di tempo.
Di questo, invece, ne deve parlare con il professionista che ha seguito il suo caso e cercare di capire se erano altamente prevedibili quelle complicanze.
Certo è che occorre una lesione importante per poter pretendere il risarcimento di terapie a distanza di due anni.
Buona serata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni