Utente 228XXX
buona sera;sono stato operato al ginocchio sinistro dopo un trauma distorsivo e il foglio di dimissioni dice:rottura del corno posteriore del menisco mediale in avanzata condropatia interna (3 grado) e lesione parziale LCA (50 %),la mia assicurazione mi riconosce due punti di invalidita' permanente...vi sembra una percentuale giusta per il mio infortunio??

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

quelle lesioni da lei citate sicuramente producono una menomazione che supera il 2% di valutazione; tuttavia, non penso che sia questo il punto e la spiegazione può consistere in due ordini di motivi:
- o queste lesioni sono state giudicate "preesistenti" al trauma sulla base degli accertamenti iconografici (tc, rm, cetera)
- o la sua polizza ha una franchigia e, quindi, quel punteggio rappresenta una valutazione già detratta della franchigia.

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 228XXX

salve;la ringrazio per la repentina risposta...
la rm da me eseguita non parla di danno preesistente e la mia polizza prevede una franchigia di 3 punti,quindi non mi viene riconosciuto nulla se non le spese sostenute...secondo lei quanti punti potrei ottenere??chiaramente sono consapevole del fatto che la visita di un medico legale e' necessaria per stabilire l'effettiva condizione del mio ginocchio; abitando a biella potrei venire da lei per una visita specifica,portando tutta la documentazione in mio possesso,e di conseguenza presentare una richiesta piu consona alla mia assicurazione...resto ion attesa di una sua risposta e le auguro buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

la risonanza magnetica non è che parla di fatti preesistenti; di regola, il radiologo si limita a descrivere le alterazioni che vede e non sempre si pronuncia sulla loro cronologia.
Per esempio, perché si manifesti una condropatia di 3° grado occorre diverso tempo

Perciò, bisogna anche vedere:
- quando è avvenuto il trauma
- quanto è stata fatta la risonanza magnetica e cosa dice di preciso
- quale tabella è adottata dalla polizza , se tabella ANIA o tabella INAIL ex DPR 1124/65
- il massimale assicurato

queste precisazioni sono necessarie, perché mi spiacerebbe farla a venire a Milano per niente o per poco di più

Buona giornata
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 228XXX

salve;l'infortunio e 'avvenuto il giorno 9/03 e la risonanza e' stata eseguita due giorni dopo,il referto dice:l'esame RM del ginocchio sinistro evidenzia disomogeneita' del corno posteriore del menisco mediale,con linea di iperintensita' a decorso obliquo che giunge fino alla superfice articolare tibiale,compatibile con fessurazione.non si osservano alterazioni morfostrutturali della fibrocartilagine meniscale esterna.i legamanti crociati,collaterali e le restanti strutture capsulo-legamentose sono integri,normo-intensi.al grado di flessione dell'indagine,la rotula e' in asse,con cartilagine di spessore conservato.e' presente minima falda di versamento articolare a livello del recesso femoro-rotuleo.il tendine rotuleo e' normale per spessore ed intensita' di segnale.non si rilevano cisti poplitee.il trofismo scheletrico e' conservato.si osserva infine iniziale assottigliamento delle cartlagini femoro-tibiali interne per condropatia di primo grado.
non le so dire che tabella venga utilizzata perche' nel contratto assicurativo non l'ho trovato,mentre i massimali sono alti quindi non dovrebbero esserci problemi...
resto in attesa di una sua gentile risposta e le auguro buona giornata