Utente 192XXX
Buongiorno,scrivo presentando brevemente il mio problema:
agosto 2010 vengo operata per asportazione sospetto linfonodo ascellare (diagnosi errata), risveglio dall’intervento con perdita di alcune funzioni del braccio sx.
Dall’istologico si chiarisce che si tratta di neuroma, ma tutti gli esami tac, scintigrafia ecc non riescono a verificare in danno sul nervo.
Consulto un neurochirurgo esperto che mi consiglia intervento di revisione eseguito l’11 gennaio 2011, l’intervento ha evidenziato la netta interruzione dal nervo radiale di 7 cm , il quale è stato innestato ,tuttora sono ingessata e convalescente da questo intervento.
Da tempo sono decisa a chiedere un risarcimento del danno ,ma sono incerta di quale iter intraprendere :avvocato di fiducia ? (che mi consiglia di partire con il penale), oppure affidarmi alle cosidette agenzie infortunistiche ,delle quali però non conosco la serietà e la correttezza dell’operato.
chiedo cortesemente di consigliarmi sul come agire.
ringrazio anticipatamente e saluto.



[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

il suo caso merita di essere approfondito in ambito medico-legale.

Le sconsiglio di partire con il penale, perché del tutto inutile, in quanto anche in sede civile può avere piena soddisfazione.
Legga a proposito la news del mio Blog di Medicitalia

https://www.medicitalia.it/mariocorcelli/news/259/COLPA-MEDICA-andare-in-penale-o-in-civile

Si appoggi prima di tutto ad un serio specialista in medicina legale, diffidando di agenzie varie, anche se alcune di esse possono essere affidabili.

http://www.medico-legale.it/cenni_colpa_medica.html

Ci tenga al corrente, se lo desidera.

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it