Utente 351XXX
Già il 17.5.07 ho chiesto un vostro consulto per l'asportazione di un melanoma cutaneo al viso, dove avevo chiesto anche la connessione fra la diagnosi effettuata dalla mia dermatologa, che mi aveva diagnosticato per ben due volte una cheratosi attinica e mia aveva trattata prima con laserterapia e successivamente con azoto, con la diagnosi effettuata dopo circa 9 mesi dal trattamento con azoto a sospetto melanoma cutaneo.
La diagnosi e successiva asportazione del melanoma e poi successivo allargamento e asportazione dei linfonodi sentinella presso l'ospedale in chirurgia plastica.
In data 27.11.07 ho effettuato presso l'Ospedale di Verona una visita medico legale per stabilire le cause che hanno determinato l'inizio di questo mio calvario. Alla domanda se c'è stata una diagnosi sbagliata, la risposta è stata che non si sà.
Allora io vi chiedo, come è possibile che dal momento che io noto l'insorgenza di una macchia e subito,15 giorni, mi rivolga ad un dermatologo e mi fà una diagnosi di cheratosi e asportazione laser, nel arco di circa 1 anno la macchia ricompare nello stesso posto e stesse dimensioni e colore, venga riconfermata la diagnosi e subisca il trattamento con azoto e dopo circa 9 mesi con la ricomparsa per la 3 volta della stessa macchia con le stesse dimensioni, colore e luogo abbia un melanona cutaneo al IV stadio di Clark profondo 1,88 mm.? e subisca una allargamento cutaneo di 7 cm x 5 cm. sul viso ?
Mi trovo con il viso sfigurato, anche se mi hanno fatto la rotazione della cute e sopratutto sono per il momento monitorata ogni tre mesi con i vari esami di protocollo per evitare che non inizi la metastasi in qualche altra parte del corpo.
Vorrei sapere quale è stata la potenziale causa. Il medico che mi ha visitata mi ha detto che forse visto che il viso è soggetto a seguito dei riccorrenti lavaggi giornalieri e all'applicazione di creme idratanti abbia confuso il dermatologo e che forse già con la comparsa della prima volta della macchia ci sia stata una diagnosi di melanoma, è possibile?
Vi ringrazio per la vostre risposte.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Dal punto di vista medico-legale, prima di stilare una perizia con richiesta di risarcimento danno biologico, bisognerebbe avere una relazione dettagliata dermatologica che evidenzi con chiarezza tutti i passaggi effettuati dagli specialisti e solo se tale relazione riconosce una responsabilità (errata diagnosi) conviene andare avanti. Ma la visita alla Medicina Legale di Padova da chi è stata richiesta e per quale scopo ?
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 351XXX

Capisco che bisogna avere delle documentazioni in mano e sopratutto aver visto il "neo" in precedenza per stabilire una diagnosi per sapere se c'è stato errore; però la mia domanda è: un melanoma in sede dopo l'insorgenza del neo, in quanto tempo diventa tale? in quanto tempo passa dal I stadio di Clark al Iv Stadio come quello che mi è stato asportato?
Se mi fosse stato riconosciuto subito, cioè ben 2 anni fà, come mi era già successo con altri tre nei il quali avevano dato all'esame istologico negativo, forse mi sarei trovata si con una piccola cicatrice ma non sicuramente con una rotazione di pelle di cm. 7,5 x cm. 5 e sopratutto non fare esami per problemi oncologici.
Nessun medico mi ha mai risposto a questa domanda. Se ci sono vari stati per la gravità del melanoma, forse perchè può e deveve essere diagnosticato in tempo.
Ripeto quanto già scritto, dalla prima apparizione del neo e visita dermatologica alla sua asportazione con l'esito di melanoma al IV stadio di Clark di mm. 1,88 di profondità sono passati circa 2 anni e mezzo. Era stato visto e trattato sempre dalla stessa dermatologa.
Un'altra visita medico legale la devo effettuare nei prossimi giorni a Padova, quella di Verona è stata fatta su incarico del pm di Padova.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Penso che bisognerebbe girare la domanda prima ai colleghi dermatologi.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#4] dopo  
Utente 351XXX

La ringrazio, spero che qualche medico dermatologo mi risponda in merito.

Perchè sentirsi dire che ci si è trascurati e non si è fatta prevenzione, dal momento che non è vero perchè sono molto accorta per quanto riguarda la salute, si aggiunge oltre il danno la beffa.

Grazie per ci avrà la cortesia di rispondermi.