Utente 549XXX
Vorrei sapere se nel caso di ernia inguinale bilaterale, di cui una è una recidiva sintomatica e infiammata, col Servizio Sanitario Nazionale bisogna effettuare 2 interventi in due momenti diversi (e perciò con due liste d'attesa)? O si può fare tutto in una volta? Per la salute del paziente sarebbe più sensato un solo intervento, ma il SSN lo permette?

Inoltre il fatto che una delle ernie sia una recidiva con infiammazione e sintomi non dà nessuna priorità nella lista d'attesa del SSN (ad esempio fino a 3 mesi anzichè un massimo di 6)?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

la decisione di fare contemporaneamente i due interventi di ernioplastica inguinale la prende il chirurgo, se vi sono le condizioni cliniche e la fattibilità operatoria.
Non è un problema di permesso del servizio sanitario pubblico, perciò, "se nulla osta dal punto di vista clinico", può fare tutto in una volta.

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 549XXX

Grazie per la risposta esauriente e per la celerità nel rispondere.

Per quanto riguarda le liste d'attesa del SSN, c'è una qualche priorità se il chirurgo stesso definisce una delle due ernie come recidiva con sintomi e infiammazione?

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
la priorità la decide il chirurgo, sempre in base alla situazione clinica e alla urgenza o meno dell'intervento
se non vi è una particolare ragione clinica per anticipare l'intervento, la prenotazione va in coda alla lista di attesa
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it