Utente 198XXX
Buona sera, avrei bisogno di un parere inerente la possibilità di fare domanda di invalidità. Mia moglie ha 30 anni e dopo una serie di lunghi esami e visite le è stata diagnosticata una connettivite indifferenziata con sindrome sicca. Ha coinvolti occhi e bocca (test schirmer e ecografia ghiandole salivari mostrano ispessimento, linfonodi e calcoli). Si cura con urbecons compresse, xerotin spray, cationorm gocce e theragel, + antinfiammatori al bisogno. Questo al momento, come terapia inziale avendo diagnosi da ieri. Ha presentato domanda di esenzione alla asl, ma non abbiamo capito cosa è esente con questa diagnosi (visita oculistica?ecografia ghiandole salivari?esami sangue?), se sono compresi i test di routine e controllo che fa. Volevo sapere inoltre se la connettivite indifferenziata con sindrome sicca essendo patologia rara e autoimmune da diritto ad una percentuale di invalidità e se quindi è consigliabile fare domanda o meno ed eventualmente qual è l'iter. (mia moglie non ha lavoro fisso ed abbiamo due bambini).Ringrazio per l'attenzione e l'aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

le connettiviti indifferenziate sono nel gruppo 13. MALATTIE DEL SISTEMA OSTEOMUSCOLARE E DEL TESSUTO CONNETTIVO (cod. ICD9-CM da 710 a 739)
hanno il codice di esenzione RMG010

a questo link del Ministero trova ogni utile ionformazione

http://www.salute.gov.it/malattieRare/paginaInternaMalattieRare.jsp?id=706&menu=malattie&lingua=italiano


Il Regolamento prevede il diritto all'esenzione per le prestazioni sanitarie correlate alla malattia, selezionate dal medico curante tra quelle incluse nei LEA secondo criteri di appropriatezza ed efficacia rispetto alle condizioni cliniche individuali e, per quanto possibile, sulla base di protocolli clinici concordati con il presidio di riferimento competente.

Ai fini dell'esenzione il regolamento individua 284 malattie e 47 gruppi di malattie rare.
Il diritto all'esenzione è previsto anche per le prestazioni diagnostiche necessarie a confermare o escludere il sospetto diagnostico di una delle malattie rare incluse, formulato da uno specialista del Servizio sanitario nazionale.
In tal caso, l'assistito è indirizzato al presidio della rete in grado di garantire la diagnosi della specifica malattia.

Quanto alla domanda di invalidità, nelle tabella non esiste una voce specifica per questa malattia, occorre vedere quale sia il concreto impatto di questa malattia sul quadro clinico generale di sua moglie

info sull'invalidità civile
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=12

Buona serata
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 198XXX

Buon giorno,
la ringrazio per la risposta celere e chiara.
Quindi se ho ben capito nell'esenzione rientrano comunque i controlli di routine che mia moglie deve fare per monitorare l'evoluzione della patologia e che le sono stati prescritti dal medico che la ha in cura.
Per quanto riguarda l'invalidità era una curiosità..per ora la patologia le ha causato problemi agli occhi (abbassamento vista, cheratocongiuntiviti sulla cornea), alla bocca (secchezza generale, quindi frequenti bronchiti,afte, tracheiti, infiammazione corde vocali) alle ghiandole salivari con ingrossamento delle stesse e infiammazioni (presenza di linfonodi e calcoli), secchezza vaginale, secchezza della pelle con eritemi e spacchi della cute, alopecia, perdita di peso, astenia e dolori osseo-muscolari. Mi rendo conto che ci sono persone che sicuramente hanno problemi di gran lunga peggiori e che hanno diritto prima di lei, ma togliendomi il dubbio ho voluto vedere se esisteva la possibilità di fare domanda. Nuovamente grazie per l'attenzione e l'aiuto.

[#3] dopo  
Utente 198XXX

Perdoni l'ignoranza (intesa come non conoscenza), leggevo al link che mi ha indicato che l'occhio secco ha una percentuale di invalidità dal'1% al 10%, quindi anche mia moglie potrebbe rientrare in questo avendo schirmer test positivo e diagnosi di occhio secco con congiuntivo filamentoso e conseguenti cheratocongiuntiviti?.
Cordialmente.

[#4] dopo  
Utente 198XXX

Perdoni l'ignoranza (intesa come non conoscenza), leggevo al link che mi ha indicato che l'occhio secco ha una percentuale di invalidità dal'1% al 10%, quindi anche mia moglie potrebbe rientrare in questo avendo schirmer test positivo e diagnosi di occhio secco con congiuntivo filamentoso e conseguenti cheratocongiuntiviti?.
Cordialmente.

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
sicuramente, ma siamo ancora al di sotto della soglia minima per essere riconosciuti invalidi civili
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#6] dopo  
Utente 198XXX

Certamente..quello era chiaro...volevo solo capire se avevo interpretato correttamente e se comunque rientrava nella giusta definizione.
La ringrazio per l'attenzione e le spiegazioni. Cordialmente.