Utente 263XXX
gentile dottore mio padre di 93 anni cade e viene portato al pronto soccorso ,dalle lastre on risulta nulla .mio fratello firma e andiamo a casa .un calvario che dura due mesi ,finalmente con le stesse lastre consulto due ortopedici che confermano la frattura . viene a casa l'ortopedico dell'ospedale che dice di operare ,ricovero mo padre e con sorpresa si presenta un altro medico che operera' mio padre .ci rimango molto male e l'ho ritenuto ingiusto.esce dall'ospedale ma ciritorna perche fuoriesce sanue dalla ferita , e' stato rimosso l'ematoma .ritorno a casa ,dopo due giorni di nuovo in ospedale per melena .non riesco a capire cosa sta succedendo .mi dicono infezione alla ferita e ulcera ..due gior dopo mio padre muore. mi chiedo se posso richiedere risarcimento danno per errata diagnosi ma c'e la firma di non ricovero.mi chiedo perche non ha operato il medico a cui mi sono rivolta ,mi chiedo perche' l'infezione e perche' l'ulcera .complicanze post operatorie mi hanno risposto . mia madre e' stata operata due volte al femore e non ha mai avuto problemi. certo mio padre era un soggetto a rischio come cardiopatico co insufficiena renale e bronchite . ma morire per infezione e ulcera si puo' tollerare. a chi dare la colpa. al pronto soccorso? al medico che non ha operato mio padre ? di certo una colpa c'e' e piango di dolore per tutte le sofferenze che ha subito mio padre. grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

ad un quesito precedente:
https://www.medicitalia.it/consulti/Radiologia/348592/Diagnosi-errata-frattura-femore
Le era stato già risposto, in maniera ineccepibile, che in primo luogo la colpa medica deve essere dimostrabile e sostenibile in giudizio.
Con gli elementi a disposizione, ed in assenza di un referto di esame autoptico, è impossibile, anche a livello orientativo, stabilire un nesso causale fra l'eventuale errore diagnostico ed il decesso.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 263XXX

gentile dottore ,io non chiesto il nesso tra l'errore e il decesso !!! mi sono chiesta del perche'di cui ho gia' scritto!! referto errato in primis ,secondo puo' astenersi un medico dall'intervento se e' stato contattato da me ? e che io ho scelto ? senza peraltro dirmi che non sarebbe stato lui ad operare ?!!! che serieta e' questa!! e ancora ,se fuoriesce dalla ferita sangue purulento ,perche e' stato dimesso !
penso di aver reso l'idea ?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

uno dei quesiti che Lei ha posto è <se posso richiedere risarcimento danno per errata diagnosi>; per poter ottenere un risarcimento, è necessario poter dimostrare che l'errore diagnostico ha determinato un danno alla persona; tale danno, non essendo la persona in vita, e non potendo quindi essere visitata, si sarebbe potuto eventualmente riscontrare mediante un accertamento autoptico.
In secondo luogo, in una struttura pubblica, diversamente dagli ospedali privati, l'organizzazione dell'attività chirurgica non consente al chirurgo di poter scegliere i casi da operare, dovendosi egli attenere alle disposizioni del direttore del reparto, che stabilisce le liste operatorie e la composizione delle equipes che operano, sia sulla base delle urgenze che degli interventi programmati.
La complicanza post-chirurgica con ematoma, secondo quanto Lei riferisce, si sarebbe verificata dopo la dimissione, e quindi al momento potrebbe essere stata non prevedibile.
Tutte le circostanze, in ogni caso, dovrebbero essere valutate con attento esame della documentazione sanitaria disponibile da un medico legale esperto in colpa medica, che Le può fornire un parere scritto sull'opportunità di una successiva azione legale.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#5] dopo  
Utente 263XXX

grazie per le esauriente risposta ...si da il caso che lo specialista che aveva visitato mio padre sia il direttore del reparto !