Utente 699XXX
Sono un dipendente di una asl e ho una malattia riconosciuta dipendente da causa di servizio già 20 anni fa e di cui l'amministrazione è in possesso della relativa documentazione. Vorrei sapere il comportamento da seguire in caso di vista fiscale per la malattia di cui sopra e cioè:
- fermo restando che il medico specificherà sul certificato che la malattia indicata è dipendente da causa di servizio e facendo presente che la mia amministrazione in ogni caso manderà la visita fiscale, considerando la non obbligatorietà della reperibilità di questi casi durante la fascia oraria, devo poi comunque produrre alla mia amministrazione la documentazione attestante il motivo della mia assenza oppure no?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la norma cui Lei fa riferimento è contenuta nel Decreto 18 dicembre 2009, n. 206 ("Determinazione delle fasce orarie di reperibilita' per i pubblici dipendenti in caso di assenza per malattia"), che all'art. 2, comma 1, lettera c) riporta, fra le fattispecie che prevedono l'esclusione dall'obbligo della reperibilità del lavoratore dipendente assente per malattia, le "malattie per cui è stata riconosciuta la dipendenza da causa di servizio".

Non risultano nel Decreto ulteriori precisazioni sulle procedure alle quali attenersi per l'effettuazione della visita fiscale nei casi previsiti dal citato art.2, derivandone che queste dovrebbero essere state stabilite dall'Amministrazione da cui Lei dipende, nel recepimento delle disposizioni in questione.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]