Utente 269XXX
Gentile dottore,
mi trovavo presso un ristorante come cliente quando a seguito di pavimento bagnato, non segnalato, sono caduta riportando (come da referto di pronto soccorso):
- trauma facciale delle ossa nasali
- trauma all'avambraccio dx
- trauma ginocchio dx
- rottura parziale dell'incisivo centrale superiore dx
Prognosi di 6 gg.
Premetto di conoscere personalmente il proprietario della struttura il quale all'inizio mi ha confermato di avere un'assicurazione per i clienti, poi mi ha contattato per dirmi che è meglio non mettere di mezzo l'assicurazione e che mi avrebbe pagato il danno personalmente.
Il fatto è che i danni economici sono quantificabili come di circa 500 euro. Per quanto attiene il referto del pronto soccorso mi spetta qualcosa per i traumi riportati e la prognosi concessa?
Il dentista mi ha parlato di un danno estetico e funzionale relativamente al mio incisivo; è quantificabile? Può essermi riconosciuto?
Credo sia meglio procedere tramite assicurazione se le risposte alle mie precedenti domande siano dei SI. E se il proprietario non volesse procedere tramite assicurazione cosa fare? Premetto che si tratta di una persona molto potente e che certamente, pur avendo ragione, potrei uscire sconfitta da una eventuale causa.

Ringrazio anticipatamente qualsiasi esperto che risponderà a questa mia urgente richiesta....ne ho davvero bisogno.

Buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

se Lei riferisce che "i danni economici sono quantificabili come di circa 500 Euro", significa che una valutazione del danno è stata già effettuata, ma non precisa su quale base ciò sia avvenuto.
La descrizione dei traumi di per sè non consente di effettuare alcuna valutazione sugli eventuali postumi, al di là della prognosi assegnata di 6 giorni, che comunque dovrebbe essere ulteriormente confermata: lesioni giudicate guaribili in 6 giorni, e guarite in "X" giorni di inabilità temporanea totale e/o parziale.
Il danno dentario dipende dal tipo di lesione, dall'elemento interessato, oltre che dalla necessità o meno di ricostruzione o protesizzazione: questi aspetti dovrebbero essere accertati e precisati dall'odontoiatra, con relativo preventivo di spesa.
Nel caso di disaccordo con la controparte, per ottenere soddifazione dovrà per forza di cose rivolgersi ad un legale.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 269XXX

Caro Dr. Mascotti,

la ringrazio immensamente per la sua risposta e mi scuso se non sono stata molto chiara.

Le 500 euro sono semplicemente un calcolo fatto a seguito delle fatture che io ho già pagato (visita odontoiatrica, pomate, panoramica e altre medicine che mi erano state prescritte).
Non è stata fatta, dunque, ancora alcuna stima. Fatto sta che il proprietario della struttura è disposto a pagare solo questi 500 euro e non vuole aprire alcun sinistro.

Inoltre io ho 24 anni, ho dovuto ricostruire l'incisivo superiore centrale e il dentista mi ha detto che a lungo andare dovrò fare la protesi e che inoltre non posso più strappare nè bere determinate cose. Mi sembra che ci sia un certo danno funzionale.

Le chiedo per questo: se agisco tramite assicurazione con la presenza di un legale posso riuscire ad ottenere anche un risarcimento legato al danno funzionale ed estetico provocato dalla rottura del dente? Oppure mi conviene accettare subito il mero risarcimento economico?

Spero tanto di essere stata un pò più chiara ora. Grazie in anticipo per la sua risposta.

Cordialità

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

secondo quanto riferisce Le è stato offerto il risarcimento del cosidetto danno emergente, che è solo una parte del pregiudizio che Lei ha subìto e dei costi che dovrà affrontare.
E' pure vero che non risulta di quale copertura assicurativa sia in possesso il titolare dell'esercizio, per cui potrebbe darsi anche che il sinistro non ricada nelle previsioni della polizza, oppure che le cure odontoiatriche non siano indennizzabili.
Se Lei decide di non accontentarsi della somma che Le è stata offerta, dovrà per forza di cose rivolgersi ad un legale; prima di fare ciò Le suggerisco di munirsi del preventivo della spesa odontoiatrica, comprendente sia il danno attuale che il danno futuro di previsione.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]