Utente 252XXX
Gentile dottore, le chiedo quanto segue. Un mese fa sono stato operato per un neurinoma intramidollare altezza L1 . E' stato asportato e l'intervento è andato bene ma purtroppo mi sono rimasti problematiche che la compressione del neurinoma ha causato ovvero incapacità di controllare gli sfinteri ( incontinenza urinaria , stipsi neurologica) , e mancanza di sensibilità in alcune parti del corpo, sperando che siano reversibili nel tempo...
La mia situazione potrebbe essere sottoposta ,considerando lo stato attuale, ad una valutazione per un eventuale riconoscimento di una percentuale di invalidità per esenzione ?
Grazie dell'attenzione,
saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

premesso che l'infermità che descrive può essere considerata e valutata in ambito invalidità civile, va osservato che nelle apposite tabelle (D.M. 5 febbraio 1992) esistono due voci di riferimento:
Cod. 9322 NEOPLASIE A PROGNOSI FAVOREVOLE CON MODESTA COMPROMISSIONE FUNZIONALE 11%
Cod. 9323 NEOPLASIE A PROGNOSI FAVOREVOLE CON GRAVE COMPROMISSIONE FUNZIONALE 70%
La questione sta appunto nell'inquadrare la "compromissione funzionale" derivante dalla neoplasia benigna, che potrebbe essere intermedia fra le due valutazioni tabellari, ed ove raggiungesse il 67% potrebbe consentirLe di fruire dell'esenzione dal pagamento del ticket per invalidità civile.
Sarà la Commissione competente, sulla base della documentazione sanitaria specialistica che Lei presenterà in sede di visita di accertamento, a stabilire la percentuale di invalidità, con riferimento analogico ad infermità paragonabili per natura e gravità.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]