Utente 277XXX
salve, da circa tre mesi lavoro preso un'azienda che ha una sede centrale di produzione e 3 spaccia aziendali sparsi nella provincia. Sono da 2 settimane in infortunio su lavoro per una frattura sulla mano Sx. Ieri, venerdi 1/2/2013 a seguito di una riunione aziendale sono stato informato che l'azienda entro fine febbraio chiuderà tutti gli spacci aziendali, anche quello dove io presto servizio, e che tutti i dipendenti saranno licenziati per motivo oggettivo a seguito della soppressione di tutti i Punti Vendita a causa della negativa congiuntura economica in atto. Rimarrà temporaneamente solo una unità (CONTABILE) presso la sede centrale.
Il quesito che io vorrei porre è questo:
trattandosi di una azienda con meno di 15 dipendenti e venendo a mancare oggettivamente il posto di lavoro in quanto chiusa l'unita locale e non potendo essere trasferito su altra unita locale in quanto anche questa chiusa, posso essere licenziato anche se in infortunio per motivo oggettivo??? Non sono comunque garantito dal periodo di comporto??? Ho letto sul Web che in questo caso se un dipendente è in malattia (non infortunio) può essere licenziato ma non ho trovato niente che rispecchi il mio caso. (o l'infortunio può anche essere inteso come malattia?) GRAZIE ANTICIPATE PER LA VS. COLLABORAZIONE E CORTESIA.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

è vero, il licenziamento di un lavoratore mentre si trova in infortunio non è consentito;
qui, però, mi pare che la questione sia diversa; tutta le sedi della ditta stanno chiudendo e tutti i dipendenti vengono licenziati.

Purtroppo.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it