Utente 293XXX
Mi hanno ritirato la patente per abuso di alcol 0.78 quindi nella fascia da 0.5/0.8, la comissione medica ha richiesto la visita alcologica, il medico del sert mi dice che l'iter dura dai 4 ai 6 mesi! Mi hanno ritirato la patente il 7/12/2012 appena avuta la notifica ho prenotato la visita alla commissione patenti 05/01/2013 mi hanno dato la visita in comissione il 22/02/2013 (prima non c'era posto), mi dicono di fare la visita alcologica prenoto il 05/03/2013 e mi dicono che l'iter è di 4 o 6 mesi! A me la patente l'hanno ritirata per 3 mesi fino al 07/03/2012 è possibile una cosa del genere?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Sinceramente mi sembra strano. Innanzitutto dipende da quali esami le hanno chiesto di fare alla prossima visita in commissione patenti. Le hanno chiesto di fare esami ogni tot giorni per un periodo di tempo ? (da come scrive sembra di no). La visita alcologica si effettua in una seduta, però c'è da dire che se una persona non si presenta per sua iniziativa, ma perché obbligato da una questione di questo tipo, la visita ha un valore diverso. Più che altro si dovrebbe stabilire se ha una situazione alcologica importante, e anche se non la riferisce stabilire mediante esami se è un consumatore abituale, o meglio se consuma alcol anche sapendo che sta facendo accertamenti per la patente, ovvero se non ne ha il controllo. Questo esclude più o meno che uno sia alcolista, anche se è discutibile, ma si può essere non idonei alla guida anche senza essere alcolisti.

In generale è comunque vero che la rivalutazione avviene dopo qualche mese dalla sospensione della patente, però invece l'iter per la valutazione alcologica non credo proprio debba essere di mesi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 293XXX

La ringrazio per la risposta dottote. Allora mi hanno chiesto emocromo, transaminasi e cdt. Gli esami sono ok ed un'altro dottore di un ulss diversa mi ha rilasciato il certificato senza problemi, perchè non ha riscontrato nessun dato che le faccia presumere che io abbia problemi di alcool. Secondo lei adesso come mi dovrei comportare con quel dottore che mi aveva dato una risposta così, inventandosi delle leggi che non esistono, perchè a me una risposta così mi aveva dato dei problemi seri anche per quanto riguarda il lavoro.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Questi esami rilevano il consumo medio di alcol "recente". Non diagnosticano niente in termini comportamentali, cioè non distinguono tra uso, abuso e alcolismo (tranne ovviamente il ritenere che un uso in chi sa di dover fare gli esami per l'alcol evidentemente è problematico e potenzialmente pericoloso).

Purtroppo esistono le liste d'attesa, ma per una visita alcologica che deve essere fatta secondo scadenza la stessa richiesta della commissinoe dovrebbe essere un criterio di priorità.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it