Utente 299XXX
Gentile dottore , sono un imprenditore edile e vorrei porle il mio problema con l' INAIL : le spiegherò brevemente cosa è accaduto . In data 10 dicembre 2012 ho subito un infortunio sul lavoro, cadendo da un ponteggio . Dopo 3 giorni sono andato al PS per forti dolori , formicolio , parestesie e difficoltà nel sollevare il braccio sinistro . Dopo aver fatto l' esame RM spalla sx mi hanno diagnosticato una lesione del sovraspinoso . Il 4 febbraio 2013 , mi sottopongo all' intervento chirurgico per la riparazione della cuffia dei rotatori .Le trascrivo il tipo di intervento eseguito in base alla cartella clinica .
DESCRIZIONE INTERVENTO : Preparazione del campo sterile, decubito beach-chair, incisione mini open dieresi dei piani superficiali e profondi, accurata emostasi ampia borsectomia che appare francamente edematosa e vascolarizzata come per borsite adesiva , blocco articolare , lesione della cuffia dei rotatori . Sblocco in narcosi , bursectomia , sutura di lesione della cuffia dei rotatori a punti liberi . Lavaggi accurati , sutura per piani cute intradermica , medicazione e braccio al collo .
Con il passare del tempo i miei sintomi anziché migliorare peggioravano e su richiesta dell' ortopedico eseguo i seguenti esami in data 16 aprile 2013 :
L' EMG ad ago concentrico del m I interosseo dorsale sn documenta alcuni PUM di ampiezza e durata aumentate , pattern di reclutamento ridotto. L' EMG m bicipite sn documenta lieve riduzione del pattern di attivazione volontaria massimale . Gli altri muscoli restanti sn e dx non dimostrano segni di sofferenza neurogena o primitiva in atto . CONCLUSIONI : Dati indicativi di danno neurogeno in fase cronica a distribuzione radicolare C8, T1 sn e perdita di PUM a distribuzione C5, C6 sn .
Il 28 aprile 2013 l' INAIL mi chiude l' infortunio mandandomi al lavoro , non tenendo conto che dovrò fare un altro intervento chirurgico e che il mio braccio sinistro è privo di forza e non posso neanche compiere piccoli lavori . Provando a riaprire l' infortunio in data 17 giugno 2013 con un certificato del medico curante visto che altri certificati non avevano valore per il medico legale dell’ INAIL , la pratica mi è stata chiusa ugualmente dicendomi che le mie condizioni sono stabilizzate e che verrà effettuata una visita fra 6 mesi per la valutazione dei postumi . Vorrei farle due domande : 1) se il comportamento dell' INAIL è giusto visto le mie oggettive condizioni che non mi permettono assolutamente di lavorare come hanno diagnosticato altri medici 2) vorrei sapere quale sarà la valutazione del danno biologico , visto che l' INAIL mi ha valutato il danno provvisorio pari a zero e dovrò aspettare 6 mesi per una valutazione del danno biologico . Aspetto fiducioso un vs parere , distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

generalmente l'Inail valuta il danno biologico dopo la stabilizzazione dei postumi, pertanto il comportamento è corretto. Aspetti la valutazione e poi si rivolga ad un medico legale con la documentazione per verificare la situazione e se il punteggio attribuito è corretto. Probabilmente l'Inail ha chiuso l'infortunio poichè ritiene che una parte della patologia non è correlata all'infortunio ma a patologia extralavorativa e pertanto sotto la tutela INPS.

crodiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 299XXX

Gentile dottore,la ringrazio per la sua risposta . Le faccio presente che la domanda all' INPS è stata respinte perché l' INPS non paga agli artigiani. Avendo subito un infortunio sul lavoro, per l' INPS sono di competenza INAIL e quindi non rientro né nella malattia comune e né in quella professionale . Adesso devo essere operato per una lesione al plesso brachiale . Vorrei sapere se si può chiedere un acconto del danno biologico all' INAIL visto che sono rimasto senza reddito dal 28 aprile e non posso aspettare i sei mesi per la valutazione del danno , come devo comportarmi sia con l'INPS che con l' INAIL e quali sono i miei diritti . La ringrazio distinti saluti .

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Non è possibile richiedere un acconto all'Inail.

Per definire la competenza INAIL - INPS, generalmente i medici dei 2 enti si riuniscono per definire concordemente la competenza del caso. Provi a informarsi presso un Patronato.

cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona