Utente 320XXX
Salve...Ho 41 anni e mi è stato diagnosticata da poco questa malattia autoimmune cronica, con tutto lo sconforto che ne consegue.
Attualmente ho diverse borsite ed infiammazione ai tendini piuttosto fastidiose, anzi dolorose: alla fascia plantare sinistra del piede, epicodinlite in entrambe le braccia, e dolore sporadico all'anca, specie verso la zona sinistra del gluteo sinistro, e al ginocchio, sempre sinistro.
Il mio reumatologo attualmente mi sta curando con dei FANS mirati e gastroprotettori per non ledere le pareti dello stomaco. Una cura sostanzialmente blanda l momento.
Volevo inoltrare domanda d'invalidità. Attualmente sono inoccupato ed iscritto al centro per l'impiego.
Posso sperare di accedere nel caso fosse accettata la mia segnalazione, ad un punteggio adeguato per il ricollocamento del lavoro obbligatorio?
Credo si parli di una percentuale intorno al 45%.
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione e spero anche..per una risposta adeguata al mio caso.


[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

dovendo presentare istanza per il riconoscimento di invalidità civile, è importante che Lei disponga della documentazione sanitaria adeguata riguardante l'infermità da cui è affetto, preferibilmente rilasciata da una struttura pubblica, e riportante la diagnosi e le condizioni cliniche, con le limitazioni che ad esse sono correlate.
Una volta in possesso delle certificazioni, può presentare l'istanza seguendo le procedure di rito, che trova ben descritte al seguente link:
http://www.handylex.org/schede/accertaic.shtml

Per quanto riguarda il riconoscimento, ed in particolare il grado percentuale di invalidità civile, non si possono fare attendibili previsioni o valutazioni senza una visita diretta, anche tenuto conto che l'infermità da cui Lei è affetto non risulta riportata nelle tabelle di riferimento (allegato al D.M. 5 febbraio 1992), per cui la competente Commissione effettuerà una valutazione con criterio analogico (cioè per analogia ad altre infermità tabellate che siano paragonabili per natura e gravità), il che lascia ai valutatori ampi margini di discrezionalità.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]