Utente 359XXX
Ho 43 anni e Sono affetto da Sindrome di Parkinson giovanile dal 2012. In terapia. Ho effettuato da una Psichiatra una serie di visite che hanno portato alla diagnosi di Disturbo d'ansia generalizzata e depressione grave su base reattiva. La relazione clinica si conclude con: la situazione di stress cronico del Dr....... ha rappresentato un nesso eziologico determinante nella manifestazione del Morbo di Parkinson Giovanile e rappresenta un pericolo nel peggioramento evolutivo dello stesso.
Ci sono gli estremi per una quantificazione Medico Legale del danno biologico, per agire nei confronti di chi ha causato questa condizione di stress cronico e depressione?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non è chiara una cosa: lei ha un parkinsonismo giovanile, legato a quale causa (non si tratta di un morbo di parkinson, ma di una sindrome simil-parkinson legata a - ? uso di sostanze, un danno encefalico, un trauma etc etc)
Una depressione reattiva e disturbo d'ansia generalizzata sarebbero alla base del parkinson ? (secondo quale nesso causale ?). Inoltre, perché la presenza di queste sindromi dovrebbe peggiorare il decorso del parkinsonismo ?

Capirei facilmente se il parkinson avesse causato una sindrome depressiva, il contrario mi risulta invece non immediatamente comprensibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 359XXX

Ho un Parkinson giovanile diagnosticato da più neurologi a tramite datScan. Il tutto e' comparso con eventi a cascata : insonnia tremori al braccio sinistro e poi bradicinesia dopo un fortissimo stress psicologico. In letteratura esistono molti lavori sulla correlazione tra stress e Parkinson come eziologia causata da un progressivo esaurimento di gran parte dei neuro trasmettitori ad opera del corti solo e del sistema del sistema noradrenergico che si attivano nei processi di distress. Poi è' assodato direi che in condizioni di stress i sintomi dello stesso peggiorino e siano causa di un peggioramento dello stesso.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

"Stress" non è una diagnosi o una malattia, è un termine di uso comune. Lo stress inteso in senso medico non è la stessa cosa. Comunque, che in condizioni di stress peggiorino i sintomi può essere, ma il decorso è un altro discorso, lei parlava di decorso.
L'associazione non implica causalità. Spesso prima del parkison c'è una fase di ansia o depressione perché anticipano i sintomi motori, essendo legati alla deplezione di neurotrasmettitori o al disturbo del circuito.

Il fortissimo stress psicologico nel suo caso in cosa è consistito, e ve ne è documentazione ? Il dat-scan dove localizza il danno ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 359XXX

La ringrazio per l'interesse, cordialità!