Utente 366XXX
Buonasera, premetto che mio padre ha gravi problemi di vista, vede infatti 1/10 da un occhio in seguito ad una trombosi e 1/20 dall'altro in seguito ad intervento per melanoma coroidale. In aggiunta e' cardiopatico: operato un prima volta negli anni '90 con l'innesto di 4 bypass e successivi interventi ( altri 5, ultimo nel 2014) con stent. Ha fatto visita di invalidità civile e accompagnamento e l' esito della commissione e' il seguente: INVALIDO ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni ed i compiti propri della sua età (L.509/88 L.124/98) grave 100%.
Il certificato e' accompagnato dal seguente codice IDC9 3692.
Facendo una ricerca ho capito che non gli è' stato riconosciuto il diritto all'assegno, però se non ho letto male il suddetto codice e' relativo al riconoscimento della cecità parziale e conseguente riconoscimento economico.
Come devo interpretare il referto della commissione?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

il giudizio che ha espresso la Commissione riguarda il settore dell'invalidità civile, per il quale con ogni probabilità è stata effettuata istanza.
Per la cecità civile deve essere inoltrata un'istanza differente, e pure la Commissione ha composizione differente, ed esprime giudizi differenti (ad esempio: non viene quantificata una percentuale di invalidità).
Il Codice ICD9 è pure relativo alla diagnosi, ed è un codice nosologico, ma non ha alcun legame col grado percentuale di invalidità riconosciuto.
In conclusione: per il giudizio che ha riportato non sono previsti benefici economici, ma soltanto agevolazioni di carattere diverso (esenzione dal ticket sanitario, e simili).

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 366XXX

La ringrazio per la celere risposta.