Utente 356XXX
Buonasera,
Vorrei sapere se possibile se e quali sono le differenze tra invaliditá CIVILE, INPS e INAIL.
Io ho un'invaliditá del 67%, la visita l'ho fatta all'ASL, la lettera mi é arrivata dall'INPS, presumo di avere un'invaiditá INPS, ma corrisponde anche ad un'invaliditá civile?
È possibile per me chiedere un assegno INPS pur mantenedo il mio impiego di 8 ore?
Essendo i criteri di assegnazione della legge 104 atr. 3 comma 3 non economici ma sociali, quali sono le caratteristiche ottimali per ottenerla?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
16% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

Lei ha effettuato la prima visita medico-legale alla commissione d'invalidità civile dell'ASL (ora ASST in Lombardia) ma il verbale le è arrivato dall'INPS. non si preoccupi è la norma, quindi trattasi d'invalidità civile, in quanto l'INPS ratifica i verbali d'invalidità delle ASL.

Per quanto riguarda l'assegno INPS, trattasi d'invalidità ai sensi della Legge 222/84, dovrebbe presentare la domanda , con la certificazione del medico curante (modello SS3) e poi passando dal Patronato.

Per ottenere l'art. 3 comma 3 della L. 104/92, deve trovarsi in una situazione grave in cui necessiti di assistenza e di cure particolari (dialisi, chemioterapia, radioterapia, ecc).

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona