Utente 875XXX
Ho 44 anni(f) dal '86 lavoro presso una piccola azienda di abiti da sposa e mi occupo degli orli,taglio con forbici da sarta,rifilo sempre con forbici a braccia tese,confezione su macchina piana e anche qui braccia tese (gli abiti hanno un peso variabile dai 2ai 6-7 kg o piu' e devono essere spostati/sollevati/girati con 4/10 gonne dalla circonferenza minima di4 mt.ciascuna nelle quali va inserito un filo di nylon che va tenuto in tensione con entrambe le braccia e tirato) ,quindi lavoro ripetitivo per 8 ore al di'in primavera/estate/autunno,in inverno cala la produzione.
dal 2001 mi e' stata diagnosticata una tendinopatia calcifica a sx ma non sono stata informata dal collegamento al tipo di lavoro.
Ho fatto tens,ultrasuoni e onde d'urto senza grandi risultati.
Ad aprile 2008 ho cominciato ad avere dolore alla spalla dx quindi visite ortopediche(private questa volta)rx,risonanza ed eco dinamica ad entrambe le spalle con il seguente esito:spalla sx tendinopatia calcifica(mm 14.9)del sovraspinoso con rottura subtotale tra inserzione e tendine di mm 5.2 con conflitto subcromiale.
spalla dx tendinopatia calcifica del sovraspinoso(mm 3.3 e mm7)con doppia lesione in sede inserzionale(mm 3.2) e tra inserzione e tendine(mm 3.5)con conflitto subacromiale.
Previsto intervento ad entrambe le spalle(sx a gennaio e dopo sei mesi la dx).
Sotto consiglio dell'ortopedico e del medico di base ho innoltrato richiesta per malattia p.all'INAIL al patronto INCA il 13/10/08,sono comunque a casa per malattia (INPS) dal 3/10/al 31/10 e forse dovro' continuare xche' ho forte dolore ad entrambe le braccia e di notte non dormo perche' mi si addormentano e fanno male.
Il problema e' come si pone la malattia INPS se mi dovessero accettare la rich.di M.P.INAIL?se devo stare a casa dal lavoro ancora ,mi conviene procedere con INAIL(e per la retribuzione mensile, deve anticipare il datore?premetto che non ha un accordo con INAIL in proposito) e se poi non viene accettata la rich di M.P.?
In caso di accettazione di M.P.Inail mi spetta anche un'indennizzo per danni biologici?e vengono coperte da essa anche le spese da me sostenute per visite private?e/o che altro?
Potete anche informarmi sull'iter e i tempi inail per l'accettazione o meno della rich.e cosa devo eventualmente preparare (documentazione/esami/visite
ecc.),e se vi sono possibilita' di accetazione per la mia patologia.
Mi scuso ma non sono stata molto informata.

Attendendo la vostra risposta ringrazio .

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent.mo Utente 87507,
molte delle domande che Lei pone solitamente le rigiro agli amministrativi dell'Inail, dell'Inps oppure del suo patronato (mi sembra strano che non l'abbiano informata dei suoi diritti quindi la invito a rigirare tutte le sue questioni al patronato ed a pretendere le risposte in merito alla differenza tra malattia inps e inail e sulla convenienza del riconoscimento della malattia professionale dal punto di vista economico).
Comunque, le due ipotesi sono 1) non le viene accettata la domanda di malattia professionale (ricorra in tribunale gentile utente, ricorra...); 2) le viene accettata.
Nel primo caso le ho già risposto tra parentesi, nel secondo caso le spetta un indennizzo (ha usato la parola giusta dato che non si tratta di un risarcimento da danno biologico nonostante la legge 38/2000 ma di una sorta di quantum economico che non comprende le spese che lei sosterrà per le sue cure).
L'ultimo dubbio, precisando che rimango a sua disposizione per altri chiarimenti, lo pone lei: cosa vuol dire che il suo datore di lavoro non ha un accordo inail???!!!!
Mah!
Cordiali saluti
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 875XXX

Gent.mo Dr.Mancini
La ringrazio innanzi tutto per la sua risposta e volevo porle un'ulteriore quesito (se puo' essermi d'aiuto):
Il punteggio derivato dal calcolo derivante dalla valutazione dei metodi OCRA e NIOSH efetuato dall'azienda per cui lavoro, puo' influire sull'esito della positivo/negativo della mia richiesta di malattia professionale all'Inail?
Mi spiego meglio,L'azienda per cui lavoro con l'entrata in vigore al 31/12/2008 del decreto 8108 sulla sicurezza sul lavoro,ne ha fatto esaguire ad una societa'(presumo anche se non ne sono certa)competente il calcolo senza pero' affiancare la persona che se ne e' occupata al personale in modo che potesse apprendere le procedure delle varie mansioni(che visto il settore sono in alcuni casi,come nel mio,particolari).
Ne sono derivati quindi punteggi non veritieri ed inferiori.
Tra l'altro ci hanno fatto firmare un foglio dove dichiariamo di aver fatto un corso di formazione della durata di 3 ore mentre ne abbiamo fatta 1 e scarsa.
Cosa posso fare in proposito?
Per quanto le riguarda le precedenti domande da me formulate il 28/10, credo di averne piu' o meno avuto le risposte(ho efetuato ieri la visita all'inail ed ho chiesto piu' dettagliate informazioni).


Attendendo la sua risposta...ringrazio!

Cordiali saluti