Utente 732XXX
Salve, da quando sono nato soffro di tantissime allergie, tutte riscontrate da più ospedali con numerosi test, che mi hanno reso e rendono tutt'ora la vita un inferno.
Sono altamente allergico a tutta la frutta secca, crostacei, pesce, molluschi e alghe. Queste se ingerite anche in sostanze minime possono portarmi a shock anafilattico. Sono allergico alle uova, soia, ad una proteina presente nelle bucce di tantissimi frutti e verdure, l'LTP, mais, riso. E queste sono solo quelle alimentari. In oltre sono allergico per le vie aeree acari della polvere, polline di molte piante e questo mi porta ad avere un deficit polmonare (per fortuna) solo del 10%.

Purtroppo tutto questo mi ha portato, mi porta e mi porterà tantissimi problemi, non posso assolutamente mangiare in ristoranti dove sia cucinato pesce perché anche solo i fumi mi fanno stare male, le contaminazioni potrebbero causarmi shock. Non posso prendere un gelato perché con la scusa del "può contenere tracce di frutta a guscio e uova" praticamente non posso mangiare nulla.

Volevo sapere se dato questo quadro clinico (ho tutti i documenti e le analisi che lo certificano) si possa rientrare nel caso di SINDROME DA MALASSORBIMENTO ENTEROGENO CON COMPROMESSO STATO GENERALE, per avere una sorta di sussidio, per affrontare spese alimentari dato che spesso devo rifornirmi in negozi specializzati e quindi con prodotti di costo superiore alla media.

Ringrazio in anticipo per le eventuali risposte,

[#1] dopo  
Prof. Pietro Rinella

24% attività
8% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
la risposta è negativa.
Può solo tentare, con un buon medico legale ed un buon avvocato una forzatura della legge con pronunce giurisprudenziali (????)
Prof. Pietro Rinella