Utente 416XXX
Salve a tutti, non sò se è questo lo spazio per questa domanda.
Vorrei chiedervi una domanda di natura burocratica:
una volta stampata la ricetta medica "rossa" dal medico di base e questa ricetta medica viene registrata sui pc presso USL/ASL di appartenenza, per poi effettuare una visita, quanto tempo viene tenuta nella memoria del pc delle USL/ASL per poi essere cancellate per sempre? E quelle cartacee dopo quanto tempo vengono buttate? E tutte le registrazioni delle ricette mediche rosse vengono registrate e caricate on-line o con un programma che è assente dalla linea Internet? E le ricette mediche "rosse" stampate per il Centro Salute Mentale, senza aver avuto un piano terapeutico ma aver effettuato solo colloqui con lo psicologo, vengono anch'esse cancellate per sempre o rimangono per sempre nei pc della struttura pubblica della USL/ASL? E COME SI CHIAMA IL TESTO DELLA LEGGE SULLA CONSERVAZIONE DELLE RICETTE CARTACEE E QUELLE PRESSO LE STRUTTURE PUBBLICHE COME USL/ASL E OSPEDALI? Grazie a tutti coloro che aiutino, Distinti Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
A mio parere le ricette registrate rimangono per sempre in memoria sul PC. Il cartaceo viene eliminato dopo oltre 10 anni.
Inoltre nell'archivio cartaceo dei medici è sempre presente la sua scheda con tutte le informazioni anamnestiche.
Anche il medico curante avrà per sempre nella memoria del suo PC i suoi dati sanitari.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 416XXX

Ho dimenticato l'altra volta di scrivere che il mio medico di base aveva scritto "il lieve disturbo d'ansia" sul certificato anamnestico per il porto d'armi, perchè sul suo pc, del mio medico di base, risultavano solo le ricette mediche che mi aveva prescritto nell'anno 2011-2013 il periodo di cui ho sofferto gli attacchi di panico che ora non soffro più. La mia domanda è questa: era necessario che scrivesse del lieve disturbo d'ansia sul certificato anamnestico perchè sul suo pc risultavano solo le ricette mediche prescritte e poi registrate persso USL/ASL (CASSA MUTUA) E non sulla base di un certificato medico di uno psicologo o psichiatra, di nessun ricovero, nessun farmaco assunto, nessuna revisione di patente? Era proprio necessario scrivere questo sul certicato? Grazie Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

il certificato si chiama "anamnestico" proprio perchè deve riportare la storia clinica del paziente, Quindi il suo medico ha compilato il certificato correttamente. Lo scopo è proprio quello di fare emergere le patologie anche pregresse in caso di conseguimento/rinnovo porto d'armi/caccia o per il conseguimento della patente di guida.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona