Utente 381XXX
Salve dottori. Sono una giovane disoccupata con delle difficoltà a trovare lavoro.
Sono fortemente allergica alla parafenilendiamina, e questo mi impedisce di andare a fare determinati lavori, limitandomi molto in quanto non posso stare a contatto con tinte per pelli, gomma plastica, inchiostri ecc. Oltre a varie allergie che mi procurano attacchi di asma e ormai devo girare sempre con il puff in borsa, questi attacchi vengono scatenati anche se sto a contatto con odori forti tipo quello delle tinte prr capelli, mastici ecc.
Oltre a questo problema ho una storia di depressione iniziata nel 2007 , da cui mi sono ripresa per poi esserci ricaduta nel 2014 dopo un forte stress e mi è stato diagnosticato un disturbo bipolare,inizialmente trattato con depakin chrono e quetiapina ( adesso la quetiapina è stata tolta perchè mi causava problemi fisici). Con le medicine il disturbo rimane più o meno sotto controllo il mio problema è che in situazioni di stress prolungato il disturbo peggiora e comincio a sfogare la mia ansia sul fisico.
Detto questo ho qualche possibilità di entrare nelle categorie protette?
Vi ringrazio e vi auguro buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

presenti la domanda d'invalidità civile e di Legge 68 (vada dal suo medico curante e poi al Patronato) allegando tutta la documentazione specialistica, in particolare è necessaria una relazione dello psichiatra che La segue.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona