Utente 438XXX
Salve, la mia domanda è di natura burocratica:

avendo in passato sofferto di depressione, per fare la patente ho bisogno di un certificato di idoneità rilasciato da uno psichiatra.
Ebbene, lo psichiatra che ho consultato, dopo aver studiato la mia cartella e avermi visitato, ha acconsentito a rilasciarmi il certificato, ma da allora ha rimandato la consegna dello stesso ben 3 volte e ora si è reso irraggiungibile!

Dall'ultima visita è passato ormai un mese, e non so cosa fare. Non c'è un limite di tempo entro il quale il medico è obbligato a rilasciare il certificato?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
la varietà dei certificati richiesti al medico è notevole: alcuni sono obbligatori per l'assistito, quando vuole richiedere particolari prestazioni, mentre altri sono obbligatori per il medico, perchè imposti dalla Legge anche se non espressamente richiesti dall'assistito.
Un terzo gruppo di certificazioni sarebbe facoltativo, se l'utilizzo è ad uso privato, ma alla luce soprattutto dell'art. 24 del Codice Deontologico, anche il rilascio di tali certificazioni pare essere obbligatorio (Art.24- Certificazione. "Il medico è tenuto a rilasciare alla persona assistita certificazioni relative allo stato di salute che attestino in modo puntuale e diligente i dati anamnestici raccolti e/o i rilievi clinici direttamente constatati od
oggettivamente documentati.")
Nel Suo caso Le suggerisco di richiedere formalmente (per iscritto) il rilascio della certificazione, facendo riferimento a tale articolo del Codice Deontologico, e specificando nella richiesta la necessità di utilizzo del certificato entro termini brevi.
Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]