Utente 839XXX
Buongiorno. Accompagnando in macchina una mia amica, siamo stati tamponati da un altro veicolo in data 5 Dicembre. Abbiamo fatto un Cid, che conferma la presenza di "feriti", poi io e il conducente (la mia amica) ci siamo recati subito al più vicino ospedale. Qui mi è stato riscontrato un danno moderato (contrattura muscolare paravertebrale, distrazione rachide etc) e, pur riconoscendo che posso deambulare autonomamente, mi è stato prescritto di un antinfiammatorio per 7 gg e un collare ortopedico bivalva per 15gg. La prognosi è così riferita: gg. clin. 15 S.C. Il mio medico ne ha aggiunti in due fasi altri 30 (15 + 15), a causa di accresciuto dolore e ha prescritto solo antifiammatori. Il dolore al collo è passato, ma non quello alla schiena. Tre giorni fa una serie di lastre confermano la presenza di qualcosa a fondo schiena (zona del dolore) in questo modo: "E' presente minima iniziale spondilosi del rachide lombare." Dato che prima dell'incidente non sentivo alcun dolore in quella zona del corpo (sto andando avanti con OKI e medicinali simili), vorrei sapere se possa richiedere un ulteriore prolungamento dei giorni di riposo e se la patologia sia curabile (sempre con antiffiamatori?) o invalidante. Ogni consiglio ulteriore sarà prezioso.
Preciso infine che ho 31 anni e sono di sana costituzione fisica. Grazie anticipatamente!

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
SASSO MARCONI (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La spondilosi è un processo degenerativo quindi non ha cause traumatiche; al massimo il tamponamento può risvegliare il dolore. Il Suo Curante può prolungare la prognosi ma non è detto che in sede di liquidazione ne venga tenuto conto, né in che percentuale.
Si affidi a un legale o a un'infortunistica che La segua e Le dia i suggerimenti necessari.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it