Utente 658XXX
Buongiorno,
mia madrea ha da diversi mesi dolori alla schiena zona lombare a destra + dolore perdita di forza e sensibilità della gamba.
L'ortopedico le ha fatto fare una RNM dalla quale risultano delle protrusioni e delle artrosi, ma non problemi tali (secondo l'ortopedico) da causare una sintomatologia così importante e prolungata nel tempo.
Ha eseguito diverse terapie antinfiammatorie efficaci solo per pochi giorni, poi il dolore si è sempre riacutizzato, nonchè massaggi e ginnastiche specifiche, ma senza risultati apprezzabili.

Ora l'ortopedico le richiede una TAC lombare e una scintigrafia ossea.

Negli ultimi 4 mesi mia madre ha già eseguito 2 TAC all'addome + 2 radiografie per problemi renali, oltre alla risonanza magnetica.

Ora mi chiedevo se dal punto di vista delle radiazioni non sia eccessivo fare un'altra TAC + la scintigrafia e se entrambi gli esami siano effettivamente necessari.

Ovvero dalla scintigrafia si vedono cose diverse della TAC o diciamo che una "può comprendere" l'altra? Non è sufficiente fare una delle due?

Grazie e cordiali saluti

[#1]  
Dr. Antonino Restuccia

24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentilissimo sig.
ogni indagine di diagnostica per immagini fornisce informazioni differenti, non sempre sovrapponibili.
E' spesso possibile l'integrazione più che altro delle informazioni.
Ogni esame è dettato da uno specifico quesito clinico il quale deve essere attentamente valutato dal prescrivente e da chi effettua la prestazione.
In merito al suo quesito la informo che le due indagini non consentono l'esclusione di un esame con l'altro.
La TC fornisce informazioni morfo-strutturali mentre la scintigrafia ossea funzionali.

Saluti
Dott.Antonino Restuccia
Dott. Antonino Restuccia

Per consulti prendere appuntamento via mail o cell.: Joppolo (VV) o CZ