Utente 569XXX
Cari dottori, sono un ragazzo di 34 anni che da dicembre soffre di dolori alla schiena. Inizialmente erano solo "leggeri fastidi" poi dagli inizi di gennaio i dolori sono diventati più forti, avvertiti anche alle scapole. Alcuni punti della schiena sono doloranti e sembrano gonfi, anche sul collo e nella parte del coccige.

A inizi di dicembre per i dolori lievi feci una rx in toto della colonna nella quale non si evidenziavano problemi.


Successivamente l'ortopedico continuava a non preoccuparsi ed io molto preoccupato per i dolori più forti ho seguito il seguente iter:

Radiografia del torace - negativa
Esami del sangue con fosfatasi alcalina cea, tpa - negativi solo la calcemia era 10,6

Preoccupato per la calcemia elevata ho insistito con l'ortopedico per una scintigrafia ossea total body, che è risultata negativa.

L'ortopedico dice che è un problema posturale e non vuole indagare oltre, nemmeno il mio medico di base.

Pochi giorni fa ho rifatto le analisi del sangue, tutte normali e la calcemia è 10,3.

Io sono ancora molto preoccupato vorrei fare una risonanza (che nessuno mi vuole far fare), ma i miei mi vogliono mandare da uno psicologo...

Voi cosa ne pensate ? potrebbe essere un tumore osseo cervicale ?
La scintigrafia è meno sensibile della RMN nell'individuare questi problemi ?

Ad oggi i dolori sono aumentati soprattutto nel tratto cervicale, forti acufeni e una febbricola che va e viene...
Grazie

[#1]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
I valori dei linfociti sono regolari oppure c'è qualche lieve anomalia? Se si trattasse di patologia posturale si deve stabilirne la causa che può essere a partenza oculomotoria, vestibolare, dell'articolazione temporo-mandibolare, podalica, ecc. E' disdicevole non trattare una patologia dolorosa della colonna solo perché non c'è un'ernia. Anche perché ci sono molti casi con ernia lombare senza dolore. Il dolore andrebbe trattato a prescindere, altrimenti si trasforma una persona che magari ha bisogno degli occhiali in un soggetto MALATO.
Saluti
Dr. Daniele Tonlorenzi Prof A.C. Patologia e fisiologia del movimento e della postura Università di Pisa
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum