L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 123XXX
Buongiorno, sono alla ricerca di una gravidanza, ho le ovaie multifollicolari e ho notato che assumendo inositolo l'ovulazione avviene più regolarmente. Ho però una fase luteale piuttosto corta (10/11 giorni), potrebbe essermi utile l'agnocasto? Ci sono controindicazioni riguardo la sua assunzione? Non conosco i valori del mio progesterone nel post ovulatorio e ho il dubbio di soffrire di micropolicistosi. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
l'agnocasto viene utilizzato nei disturbi del ciclo e nell'infertilità, ma come ogni principio fitoterapeutico va impiegato in maniera non dissimile dai farmaci convenzionali.
Le raccomando pertanto di affidarsi ad un medico esperto in fitoterapia che la segua e le possa indicare la corretta posologia in relazione alle condizioni cliniche e ormonali.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 123XXX

La ringrazio molto, eviterò allora il "fai da te"!