L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 253XXX
Salve, sono un ragazzo di 25 anni, studio economia all'università anche se non va molto bene perchè anche se mi impegno molto non riesco ad avere i risultati sperati, a volte non mi sono presentato all'esame anche dopo aver studiato molto perchè preda dellìansia. Tutto questo perchè quando studio sembra che il mio cervello non assimili i concetti e questo mi constringe a fare continue pause. Anche fuori dallo studio i cali di attenzione mi danno problemi, spesso non riesco a seguire un film alla tv oppure seguire una persona che parla e se la cosa mi interessa praticamente già vado avando tirando le mie conclusioni, fantasticando su tutte le possibili sitiazioni. L'anno passato, pensando che era solo un problema di concentrazione durante il periodo di studio, iniziai a prendere integratori per la memoria con gin-seng e ginko balboa ma non mi davano i risultati sperati. Quest'anno invece ho provato con le tecniche di rilassamente e questo mi ha aiutato anche se non riesco a mantenere la concentrazione per tanto tempo. Per questo ho comprato la Valeriana in pillole, e fin da subito ho trovato dei benifici, ho la mente più sgombra, più reattiva e mi sentivo più rilassato, soprattutto a livello muscolare(soffro di bruxismo e noto che i miei polpacci stanno sempre in tensione e spesso soffro di un tremolio all'occhio sinistro). Ma gli effetti della Valeriana durano una ora, una ora e mezzo, così ho comprato sotto consiglio della farmacia la tintura madre di tiglio, 25-30 gocce tre volte al giorno. Ho notato che l'effetto dura più a lungo e la cosa per me è positiva. La mia domanda è, posso associare la tintuara madre di tiglio con la Valeriana o con altri fitoterapici? Quante gocce di tintura madre devo prendere al giorno? Come si conserva, bisogna metterla in frigorifero? So che tutto questo deriva da ansia, alcune volte è molto forte altre ho avuto crisi di panico in periodi di forte stress. Ma cosa potrei prendere d'altro per far calmare l'ansia senza che sia uno spicofarmaco, i quali non vedo di buon occhio

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
l'impiego di farmaci fitoterapici in situazioni occasionali o per sintomatologia di breve periodo è possibile e può dare sollievo, ma è difficile venire a capo di una problematica come quella esposta senza un inquadramento complessivo che richiede una visita medica.
La risposta alla sua ultima richiesta <<Ma cosa potrei prendere d'altro per far calmare l'ansia...>>, non può esaurirsi in una indicazione sui prodotti: se desidera affrontare la situazione con un approccio non convenzionale, le consiglio di effettuare una visita con un medico esperto in omeopatia e/o fitoterapia.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.