Utente 314XXX
Vorrei chiedere se con un valore di CREATININA pari a 5 e un AZOTEMIA pari a 125, a che problemi è possibile andare incontro in un paziente di 75 anni. Cosa consilireste di fare per ridurre tali valori; mi hanno consigliato di bere molta acqua, è un giusto consiglio? Cos'altro fare?
Grazie per la risposta.
Nicola.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

la sua situazione va valutata direttamente, in ambito specialistico (nefrologico), e quanto prima. Non avrebbe senso darle altri consigli via mail

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
www.andrologiapescatori.it

[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala

28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro signore, col progredire dell'età senile i reni vanno incontro a nefrosclerosi con riduzione progressiva della loro funzionalità e conseguente aumento dei valori di azotemia e creatininemia per l'instaurarsi progressivo di insufficienza renale cronica.
Nel caso specifico del suo parente andrebbe capito se questi valori sono venuti fuori all'improvviso o se più probabilmente sono risultato di un deterioramento progressivo. Nel primo caso potrebbe esservi una causa ostruttiva che determina una sofferenza renale, nel secondo caso potrebbe celarsi anche una glomerulonefrite. In ogni caso si tratta di una condizione importante ai limiti del trattamento dialitico, per cui si impone una valutazione attenta urologica e nefrologica.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#3] dopo  
Dr. Marino Ganadu

24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Salve,
intanto, bere molta acqua: assolutamente no ! Prima bisogna capire di che si tratta. Azzardo una ipotesi: in base al sesso e all'eta' bisognerebbe ad esempio escludere un insufficienza renale ostruttiva da adenoma prostatico. Ma, andando con ordine, la prima cosa da fare e' una ecografia renale e apparato urinario. Se i reni sono tendenzialmente piccoli ed iperecogeni, si tratta di una insufficienza renale cronica ormai acquisita ed in fase avanzata, prossima allo stadio terminale predialitico. Se i reni presentano invece una dilatazione delle vie escretrici, puo' appunto trattarsi di una uropatia ostruttiva, ed in quanto tale, potenzialmente reversibile. Se i reni sono normali ed il soggetto e' stato esposto a disidratazione ( febbre, diarrea, etc ), allora bere acqua si, con moderazione specie se l'assetto cardiaco/emodinamico non e' eccellente. Comunque, prima di tutto, ETG renale !

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto

28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
GIOIA DEL COLLE (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
è necessaria una valutazione nefrologica e in caso di causa ostruttiva urologica
dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com