Utente 213XXX
Approfitto della sua disponibilità per porle una domanda,non so se è la branca giusta,o se può essere più indicato a rispondermi un ortopedico o un angiologo
Sto attraversando un periodo difficile di salute,i medici non riescono a comprendere bene cosa possa avere,parto con il dirle ho tutte le analisi all'interno dei range di riferimento,tranne una creatininemia che ormai è salita a 2 con clearance ,azotemia,elettroliti, ed albumina nella norma
altro valore alterato è l'acido urico a 10 ma che con l'uso di allopurinolo rientra nei valori normali
perdo peso anche se mangio continuo a mangiare molto
Nonostante mi trovi in una condizione di osteopenia,ed abbia artrosi lombo sacrale,alla cervicale e all'anca,le ossa mi fanno male,ed i denti si cariano e cadono,la calcemia,pth,vit,d,calcitonina sono nella norma come tutti gli ormoni tiroidei e surrenalici
Ho provato più volte ad assumere un complesso vitaminico a base di calcio,ma devo sospenderlo immediatamente,perchè mi porta una forte poliuria e i piedi mi iniziano a diventare freddi con le dita cianotiche,viola-blu
Ho avuto già due diagnosi da parte di importanti strutture universitarie,una di disfunzione renale"idiopatica",l'altra di tubulopatia interstiziale cronica,successivamente smentite da altre due strutture
è possibile che questi effetti dell'integratore siano passeggeri,quindi,mi conviene proseguire la terapia?
Tengo a precisare comunque che la mia alimentazione è povera di calcio
Ringrazio in anticipo per la risposta
cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Una creatininemia pari a 2 mg/dl difficilmente può essere priva di significato clinico in un giovane come lei.

Certo non è facile dare un suggerimento dopo che almeno 4 (!) strutture di nefrologia, che hanno avuto la possibilità di valutarla dal vivo, non sono giunte ad una conclusione.

I dati clinici che lei reca a supporto peraltro non sono completi. Il dubbio che lei possa avere una malattia tubulare primitiva che condizioni perdita di minerali è fondato ma va sostanziato con le misurazioni dei minerali urinari ed eventualmente con indagini genetiche.
Ovviamente questo comporterebbe l'efficacia solo transitoria degli integratori.
Non so se è già stato valutato in questa sede, ma il Gaslini di Genova potrebbe forse approfondire il caso.
Saluti
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia

[#2] dopo  
Utente 213XXX

Grazie per la rapida risposta ,è stata molto chiara,riporto di seguito gli elettroliti urinari
AZOTURIA 25,00 g/24h 20 - 35
CLEARANCE DELLA CREATININA 88,0 ml/min 70 - 140
Metodo:Jaffre'cinetico
SODIURIA 60,0 mEq/24h 50 - 200
Metodo:potenziometrico diretto (ISE)
POTASSIURIA 55,0 mEq/24h 20 - 120
Metodo:potenziometrico diretto (ISE)
CLORURIA 200,0 mEq/l 110 - 250
Metodo:potenziometrico diretto (ISE)
MAGNESURIA 50,00 mg/24h 50 - 150
CALCIURIA 120 mg/24h 100 - 250
esiste qualche altra analisi esaustiva per la diagnosi di una tubulopatia?
la cianosi dei piedi all'assunzione del calcio può essere pericolosa,o solo transitoria?
Domani effettuerò di nuovo gli elettroliti urinari e gli esami ematici,può consigliarmi qualche altra analisi?
grazie per il tempo che mi ha dedicato