Utente 340XXX
Buongiorno, mio padre di 88 anni con una massa tumorale sui reni presenta valori di creatinina 6,2 e urea superiore a 250, dopo un ricovero al pronto soccorso i medici mi hanno consigliato di non adottare terapie mediche se non quella per il dolore, vorrei sapere che cosa mi aspetta (eventuali sintomi) e se il decorso della malattia sarà purtroppo breve.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
le notizie che ci fornisce sono troppo esigue per poter esprimere un giudizio preciso, d'ogni modo per l'età e la malattia avanzata certamente concordiamo con le indicazioni fornite da i nostri Colleghi. In questa fase la cosa più importante è che suo padre non avverta dolore, cosa che deve essere perseguita con ogni possibile mezzo, in particolare con una terapia verosimilmente a base di derivati della morfina. L'effetto di questi farmaci, unito al progressivo peggioramento della funzione renale, dovrebbe avviare ad una fase di sopòre progressivo. Ci pare che questo sia il modo più onorevole per affrontare questa triste situazione.

Saluti

Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 340XXX

Sentiti ringraziamenti per la vostra cortese risposta e per la delicatezza da lei dimostrata.