Stenosi, ernia discale l4-l5

buongiorno
gen.09 inizio difficoltà motorie,dolori: lombari,gambe fino ai piedi costringono piegarmi su ginocchia dei secondi,poi posso camminare 200 metri e,ma ripete.
Ai controlli medici,problemi a 2 gambe pensavano a 1 virus
31/3/2009 RM
Regione cervicale discreta discopatia degenerativa liv. da C4 a C7,modesta riduzione spazi intersomatici,modesta osteofitosi marginale e uncatrosi senza evidenza d'ernie discali laterizzate.
Regione dorsale min. alterazioni degenerative discali e spondiloartrosiche senza significative compressioni extradurali
Regione lombosacrale,canale spinale marcatamente ristretto su base congenita e per ipertrofia artrosica massicci articolari.
Ernia discale paramediana dx a liv.L3-L4, compressione radici della cauda,impegno foraminale dx

Discreta protrusione discale anche a livello L4-L5,importante ipertrofia artrosica livelli L3-L4, L4-L5, L5-S1.
No alterazioni ossee strutturali se non di tipo spondiloartrosico.
Consiglio neurochirurghi e,fisiatra:operazione,perché la stenosi in 6 mesi avrebbe rovinato i nervi in modo irreversibile.
Nel mese precedente intervento(la medicina non lo considerava)ho comunque fatto fisiatria, nuotato,ginnastica,ridotto il peso di 5kg, risultato:scomparsa quasi totale dolori,problemi solo alla gamba dx, possibilità motorie aumentate da 200m al km

Col timore di danni irreversibili,il 16/6/09 ho però fatto intervento,come da cartella clinica
microdiscectomia L3-L4,microdecompressione L4-L5
con controllo fluoroscopico si espone interspazio L3-L4 e L4-L5.
Caspar, microscopio operatorio:interlaminotomia,flavectomia,foraminotomia livello L3-L4 a dx.Si identifica voluminosa ernia discale che viene asportata completamente.Si effettua accurata microdiscectomia.Al termine della procedura, la radice e,sacco durale sono ben decompressi e pulsanti.
Interlaminotomia a liv.L4-L5,flavectomia.Si esegue in visione microscopica accurata foraminotomia,si identificano sacco e radice che a termine procedura sono ben pulsanti e liberi.

Nelle visite postoperatorie segnalo al chirurgo d'avere identici problemi di prima intervento
formicolii dita dei piedi
impossibilità di stare sul tallone dx
impossibilità di equilibrio sulla gamba dx
impossibilità di corsa o salto
aumento dolori alzandomi dal letto o sedia
stanchezza continua che prima non avevo.
minor crampi,possibilità di camminare a lungo

11/1/2010 RM
restringimento dia. canale spinale da L2 a L5.
Isola angiomatosa corpo vertebrale L2.
Note spondilodiscoartrosiche liv. L4-L5,degenerazioni discali multiple da L2-L3 a L4-L5.
Protrusione discale mediana liv. L2-L3
Protrusione discale mediana e paramediana destra con interessamento forame coniugazione dx liv.L3-L4.

Protrusione discale mediana e paramediana sx liv.di L4-L5, interessamento anche forame coniugazione sx
Marcata protrusione discale mediana liv.L5-S1
X medico di famiglia,l'operazione non sembra stata efficace.
Gradita vostra opinione,e consiglio grazie
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
Egregio Signore,
sei-otto mesi dall'intervento sono un buon periodo per valutare i risultati.
Direi che bisognerebbe visitarla e visionare gli esami recenti.
Se, effettivamente, vi è solo l'interessamento intraforaminale a dare fastidio, sarebbe indicato un trattamento mininvasivi in anestesia locale, come ho descritto in due miei articoli pubblicati in MinForma.
Questa potrebbe essere la soluzione possibile ai "residui" problemi che La affliggono.
Cerchi in tale direzione, può essere che le cose vadano per il loro verso.
Auguri cordiali e mi tenga pure informato.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
la vs. risposta è stata cortese e sollecita.
Spero che per piccoli residui non sia necessario nessun altro intervento ma, l'ernia attuale, vista in RM è grande come prima e, il resto è simile.
Grazie per la vs. opinione
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
I "residui" erano i problemi, non i parametri dell'ernia.
Cordialità
[#4]
dopo
Utente
Utente
ricevuto grazie
Ma un ernia eliminata in 6 mesi si può ripresentare ancora grande come prima?
[#5]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
In teoria potrebbe, ma detta così è troppo generico;
l'importante è tentare di risolvere il problema non di mettere dei paletti che, in ogni caso, c'è sempre tempo per farlo.
Cordialità.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Bene! per il momento farò ginnastica.. da sollievo!
contemporaneamente, proverò capire cosa è successo in quell'intervento.
Con simpatia
[#7]
dopo
Utente
Utente
buongiorno, forse in relazione alle precedenti anomalie fisiche,negli ultimi 11gg i dolori sono passati a tutti gli arti con difficoltà di camminare alle spalle braccia doloranti. dormire senza aulin era impossibile perciò(consiglio medico)ne ho utilizzato 1 al giorno (senso sollievo fino 16 ore)ho smesso l'utilizzo(5/4/10)perchè gli ultimi 3 giorni la pipì si è scurita, iniziato lieve fastidio hai testicoli e, ho l'impressione di un rigonfiamento dx. < Domani saranno pronti esami sangue, dopodomani RM e il 15 visita ortopedica.> I dolori sono appena appena sopportabili
grazie
[#8]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
Egregio Signore,
aspettiamo gli esiti degli esami (soprattutto RMN) e, quindi, ne riparleremo.
Mi tenga informato e cordialità.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio