Distonia cervicale

Salve, sono una donna di 32 anni affetta da più di 10 anni da torcicollo spasmodico, nello specifico laterocollis.
Sono stata sottoposta a terapia con Botox ma dopo un pò non ne ho avuto più beneficio. Attualmente ho preso seriamente in considerazione l'ipotesi di intervenire chirurgicamente. Ho studiato diverse pubblicazioni mediche ed ho constatato che esistono due principali tipi di intervento: la denervazione con
rizotomia intradurale (metodo Nashold) e la denervazione selettiva periferica (metodo Bertrand).
Mi è stata proposta la rizotomia intradurale ma a quanto pare risulta essere il metodo più invasivo. Sto quindi cercando un neurochirurgo che applichi il metodo Bertrand, ma in base alle ricerche su internet fino ad ora non ho avuto fortuna.

Chiederei, quindi, un parere riguardo l'intervento e se qualcuno può consigliarmi un centro specializzato o un neurochirurgo che applichi il metodo Bertrand e che abbia esperienza a riguardo.

Grazie per l'attenzione
[#1]
Dr. Marco Mannino Neurochirurgo 604 22 5
Gentle Signora, quando una tecnica non è molto diffusa e utilizzata c'è sempre un motivo.
La tecnica di Bertrand è anatomicamente molto difficile da eseguire e richiede una curva di apprendimento molto lunga. Non dà le stesse garanzie di riuscita come la rizotomia intradurale praticata nei molti centri dove viene eseguita neurochirurgia funzionale. Il motivo è semplice e cioè che la denervazione selettiva presuppone l'identificazione di specifici rami nervosi con un grosso margine di errore. Errore non frequente nella diffusa rizotomia intradurale.
Personalmente però, le dico con franchezza che non opero mai un paziente che mi richiede l'utilizzo di una specifica tecnica. La tecnica la sceglie il chirurgo senza entrare in discussioni col paziente che appunto non è un "tecnico".
La Medicina non è come un menù dove si scelgono le pietanze.
E come me credo la pensino la maggior parte dei colleghi.
Cordialità

Dr. Marco Mannino
Neurochirurgo
http://www.studiomannino.com

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio