Sindrome di arnold chiari 1

Buongiorno, soffro da anni di sensi di disequilibrio e non ne sono mai venuta a capo. Quest'anno dopo un rmn al rachide cervicale è risultato "lieve affioramento delle tonsille cerebellari oltre il forame magno". Non va a comprimere il midollo però il neurologo mi ha detto che è una sindrome di chiari 1. La mia domanda è questa: nonostante non vada a comprimere il midollo questa erniazione delle tonsille, può in certi casi spostarsi o venire schiacciata contro il midollo durante dei miei movimenti con il capo di modo che mi provochi all'improvviso un senso di disequilibrio? oppure le ossa del cranio possono in qualche modo escludere lo spostamento di questa erniazione, per esempio quando poggio la testa sul cuscino?
Ho la visita dal neurologo a fine mese e glielo chiederò, ma conto molto su esperienze di qualcuno che ce l'ha in forma lieve come la mia. Grazie infinite Cordiali saluti
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Durante i colpi di tosse, di starnuto, gli sforzi del ponzamento..., la pressione intracranica tende ad aumentare e, quindi, può essere pericoloso (in teoria, anche per la vita). Le tonsille possono scendere ancora più giù e premere sul tronco.
Quindi, Le consiglio di farsi valutare da un Neurochirurgo per programmare, se del caso, un trattamento chirurgico.
Le ossa del cranio, delle cervicali... non sono una difesa a favore del tronco cerebrale, anzi possono entrare nel meccanismo di un ulteriore peggioramento.
Lasci che uno Specialista valuti la Suo situazione,sia visitandoLa che visionando le immagini rx, e segua il consiglio che Le verrà dato.
Cordialità

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
Dr. Diego Garbossa Neurochirurgo, Microchirurgo 57 1
Caro utente,
i rischi di scompensi violenti per una Chiari non sono enormi ma senza vedere le lastre e visitare lei è difficile dare una valutazione...
Mi associo al collega sulla necessità che lei venga valutato da un neurochirurgo.

Dr. D. Garbossa,Specialista in Neurochirurgia A.O. Città della Salute e della Scienza,"Molinette", Torino
Università di Torino

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa