Rmn cervicale rmn tronco encefalico con m.d.c.

carissimi dottori, sono più di 5 mesi che ho vertigini violente!! di solito mentre dormo di notte,ad un tratto è la vertigine stessa a svegliarmi,senza muovermi aprendo solo gli occhi,mi gira velocemente la stanza da letto intorno a me!!!!!cerco di trovare la posizione della testa migliore in modo che gira più poco la stanza,ma cmq mi devo alzare barcollando e vado a rimettere!vado all'ospedale e la neurologa mi da un antivertiginoso arlevertan che uso 1 compr.al mattino 1 alla sera prima di coricarmi,fino alla fine della confezione delle compresse!!!!!! e poi mi dice di fare una rmn con m.d.c. alla cervicale,cervello,e tronco encefalico,e poi ancora delle prove vestibolari.per adesso vi scrivo i risultati della rmn. RIDUZIONE DELLA FISIOLOGICA LORDOSI CERVICALE.RIDOTTO IL SEGNALE IN T2W DEI DISCHI CERVICALI,PER FENOMENI DISIDRATATIVO-DEGENERATIVI.
ALLO SPAZIO INTERSOMATICO C3-C4 LIEVE PROTUSIONE DISCALE,AD ESTENSIONE POSTERIORE,MEDIANA E PARAMEDIANA,CHE RIDUCE L'AMPIEZZA DELLO SPAZIO SUBARACNOIDEO ANTERIORE.
ALLO SPAZIO INTERSOMATICO C4-C5 MAGGIORE PROTUSIONE DISCALE,AD ESTENSIONE POSTERIORE,MEDIANA E PARAMEDIANA,CHE IMPRONTA IL MIDOLLO.
ALLO SPAZIO INTERSOMATICO C5-C6 PROTUSIONE DISCO-ATROSICA,AD ESTENSIONE POSTERIORE,MEDIANA E PARAMEDIANA BILATERALE,APPENA PREVALENTE A SIN. CHE RIDUCE L'AMPIEZZA DELLO SPAZIO SUBARACNOIDEO ANTERIORE.
ALLO SPAZIO INTERSOMATICO C6-C7 LIEVE PROTUSIONE DISCO-ATROSICA,AD ESTENSIONE POSTERIORE,MEDIANA E PARAMEDIANA BILATERALE,APPENA PREVALENTE A DX,CHE RIDUCE L'AMPIEZZA DELLO SPAZIO SUBARACNOIDEO ANTERIORE.
ALLO SPAZIO INTERSOMATICO D1-D2 LIEVE PROTUSIONE DISCALE,AD ESTENSIONE POSTERIORE,MEDIANA E PARAMEDIANA,CHE RIDUCE L'AMPIEZZA DELLO SPAZIO SUBARACNOIDEO ANTERIORE.

ASSENZA DI AREE DI ALTERATO SEGNALE DA RIFERIRE A SOFFERENZA TISSUTALE A CARICO DEL TRATTO MIDOLLARE ESPLORATO.
ALLA SOSTANZA BIANCA DELLE CORONE RADIATE SI EVIDENZIANO DUE NUCLEI DI TENUE IPERINTENSITà NELLE IMMAGINI FLAIR W E T2W,DA RIFERIRE A FINE GLIOSI PERI-VASCOLARE DI SCARSO SIGNIFICATO PATOLOGICO.
ASSENZA DI AREE DI PATOLOGICA IMPREGNAZIONE DOPO LA SOMMINISTRAZIONE DI MDC EV.
SISTEMA VENTRICOLARE SOTTO E SOPRATENTORIALE IN SEDE E REGOLARE.
NORMALI GLI SPAZI SUBARACNOIDEI PERICEREBRALI E LE CISTERNE DELLA BASE.

ORA VORREI UN VOSTRO AIUTO A CAPIRE SE LA MIA CAUSA DELLE VERTIGINI,AL QUALE VI HO DESCRITTO,SONO DA ATTRIBUIRE A QUESTA DIAGNOSI DELLA RMN,OPPURE DEVO FARE ANCHE LE PROVE VESTIBOLARI? E SE A PARERE VOSTRO DEVO ESEGUIRE ESAMI CHE NON MI HANNO DETTO,PER RIUSCIRE A CAPIRE LA MIA SITUAZIONE DELLE VERTIGINI??? VI CHIEDO UN'AIUTO SINCERO DA PARTE DI VOI MEDICI, E DA QUELLO CHE MI è USCITO DALLA RISONANZA SE POSSO FARE QUALCOSA PER LA GUARIGIONE, O SONO DOVUTO A TENERMI TUTTO CIO PER IL RESTO DELLA MIA VITA???
RINGRAZIO TUTTI ANTICIPATAMENTE PER LE VOSTRE RISPOSTE!!!!!!!!
[#1]
Attivo dal 2003 al 2020
Neurochirurgo
Gentile Utente,
da quanto descrive e da quanto riferisce il referto della sua RM non credo che la sua sintomatologia vertiginosa possa riferirsi ad una patologia cervicale o encefalica specifica; tuttavia nel consigliarle certamente l'esecuzione dei tests vestibolari e la valutazione clinica da parte di un neurochirurgo, le consiglio anche la programmazione di una RM dei nervi cranici, al fine di escludere la coesistenza di un cosidetto "conflitto neurovascolare"(ovvero un contatto irritativo di un vaso arterioso con il nervo vestibolare, talora in grado di spiegare sindromi vertiginose non altrimenti spiegate).

Le faccio tanti auguri

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottor Barone farò quanto mi ha riferito, e poi le farò sapere!!!!!!!!!!
[#3]
dopo
Utente
Utente
dottor.Barone scusi la mia ignoranza,ma volevo chiederle la rmn dei nervi cranici (per escludere un conflitto neuro vascolare)? non ha nulla a che vedere di quelle che ho gia fatto? cioè rmn cranio,encefalo,rachide cervicale? quella che mi dice lei è tutta un'altra cosa??
e visto che mi fa male maledettamente anche il collo,come giro la testa a destra che a sinistra,mi sento i nervi tutti tesi e doloranti posso farla anche al collo?
e gentilmente è meglio farla con mezzo di contrasto o senza? la ringrazio anticipatamente della risposta!!!!
[#4]
Attivo dal 2003 al 2020
Neurochirurgo
Gentile Utente,
come vede è certamente più utile vedere di presenza i pazienti che valutarli attraverso simili modalità; il sintomo che adesso riferisce (ma che prima non aveva ancora riferito), il dolore al collo, fa rivolgere l'attenzione certamente a quanto emerge dalla RM che ha già eseguito a livello cervicale: deve quindi ancor di più essere valutata visivamente da un neurochirurgo di concerto ad una sua valutazione clinica per escludere un collegamento patologico tra quanto evidenziato alla RM (spesso l'entità di quanto riportato nel referto non corrisponde a quanto realmente sia importante la patologia) e quanto da lei riferito. Ritengo comunque utile eseguire la RM dei nervi cranici (nulla di quanto abbia già eseguito).

Ancora tanti auguri.

[#5]
dopo
Utente
Utente
BUONGIORNO DOTT.BARONE HO FATTO LA RMN DELLE ORECCHIE E NERVI CRANICI,VI SCRIVO IL RISULTATO PER UN VOSTRO PARERE.

ASSENZA DI ALTERAZIONI DI SEGNALE DELLE ROCCHE PETROSE,
CON REGOLARI CALIBRO E SIMMETRIA DEI CANALI ACUSTICI INTERNI.IN AMBO I LATI NORMALE AMPIEZZA DELLA CISTERNA DELL'ANGOLO PONTO-CEREBELLARE;NORMALE RAPPRESENTAZIONE DEL LABIRINTO COCLEARE E VESTIBOLARE;IN AMBO I LATI DISCRETA TORTUOSITà DELLA GIUNZIONE VERTEBRO BASILIARE,
CON LE ARTERIE CEREBELLARI ANTERO-INFERIORI CHE GIUNGONO A CONTATTO CON IL PACCHETTO ACUSTICO FACIALE MA NON LO DEFORMANO;NON SI RILEVANO NEOFORMAZIONI Nè ALTRE SIGNIFICATIVE ALTERAZIONI DEL TRATTO CISTERNALE DEI NERVI CRANICI.

GRAZIE ANTICIPATAMENTE DELLA VOSTRA RISPOSTA.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa