Neuropatia iatrogena e lombosciatalgia

Buonasera a tutto lo staff ultimo mio consulto marzo 2010. Vorrei gentilmente un consulto per quanto riguarda la neuropatia che da visite e esami emg o pochissimi riflessi gamba sx e sufficente alla dx, iniziato cura dal mese di agosto con: 2 fiale nicetile al g.x 5g. Poi 1 al g.x 10g. Continuare con 1cp di lipoibeg-r e 1 bustina di nicetile, per dolori neropatici lyrica 1cp 75mg 3 volte alg.
Le chiedo dottore se questa cura non funzione e possibile che non esistono altre cure?
La causa?

E cominciato con sciatalgia e lombo sciatalgia infatti l'ultimo mio consulto parlavo solo di questa diagnosi. Invece la causa delle mie sciatalgie scoperta da una rmn di febbraio 2011 " linfoma non hogdkin" a marzo 2011 vengo operato per decompressione del nervo sciatico ed l'esame istologico a confermato la malattia già citata. A maggio 2011 inizio chemioterapia e il 5 agosto 2011 la "pet" risulta negativa. L'ematologo mi fa fare altre 2 chemio l'ultima 1/9/11 quindi finisco la chemio faccio solo 2 monoclonale, e il 29/11/11 rifaccio la "pet" per controllo ancora negativa. Quindi la valutazione dell'ematologo e che la malattia non c'è dal mese di agosto ora faccio solo controlli il prossimo a fine gennaio. La mia situazione e la seguente: addormentato da marzo (dopo intervento) glutei e dietro le cosce poi durante la chemio (adriblastina, vincristina e monoclonale) si sono addormentati i piedi formicolio forte alle mani (con poca forza) e con dolori al piede sx e sensazione di caviglie strette da una corda. Le chiedo dottore lo so che la cura e lenta ma voglio sapere se ce guarigione per questa poli neuropatia visto che la cura che sto facendo da 4 mesi non si vedono ancora i risultati, non sono ancora convinto che non esiste un'altra cura. Non posso stare seduto le gambe si addormentano tantissimo fanno male e diventano pesantissime vado con le stampelle e viene a casa la fisioterapista per riabilitazione alle gambe dal 20 settembre 2 volte la settimana. Spero dottore di avere buone notizie al più presto possibile aspetto con ansia la sua risposta la ringrazio anticipatamente cordiali saluti e colgo l'occasione per fare i più sinceri auguri di buon natale e felice anno nuovo a tutto lo staff.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Ritengo che sia stato operato di laminectomia/foraminotomia decompressiva (sarebbe stato opportuno riportare il referto operatorio). Sicuramente Lei avrà eseguito una nuova RMN senza e con mdc lombare e comunque incentrata dove era la sede dell'intervento. Può essere rilevante il confronto fra l'esame pre e post intervento.
Se ha piacere, completi, con ulteriori informazioni, il Suo quesito.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
GRAZIE DOTTORE DI AVERMI RISPOSTO, E CON MOLTO PIACERE COMPLETO LE INFORMAZIONI PRE E POST INTERVENTO. RICOVERATO IL 19/3/11. ANAMNESI PATOLOGICA PROSSIMA: PAZIENTE CON STORIA DI LOMBOSCIATALGIA DESTRA DAL 2009 CON IRRADIAZIONE DEL DOLORE PREVALENTEMENTE SULLA SUPERFICIE LATERALE DELL'ARTO. TALE SINTOMATOLOGIA DIVENTAVA PROGRESSIVAMENTE INGRAVESCENTE, NON RISPONDENTE A TRATTAMENTO FARMACOLOGICO. PER TALE MOTIVO, ESEGUIVA RM RACHIDE E BACINO CHE EVIDENZIAVA LA PRESENZA DI LESIONI RIPETITIVE LOMBOSACRALI MULTIPLE. VENIVA PERTANTO SOTTOPOSTO A CONSULENZA EMATOLOGICA CON SUCCESSIVA BIOPSIA LINFONODALE (LINFONODO ASCELLARE SINISTRA) E STERNALE CON RISCONTRO DI "IPERGAMMOPATIA POLICLONALE DI N.D.D." DOPO VALUTAZIONE NEUROCHIRURGICA SI PONEVA INDICAZIONE AL RICOVERO. ANAMNESI PATOLOGICA REMOTA: EPATOPATIA HCV CORRELATA. INTERVENTO CHIRURGICO E DECORSO CLINICO: ALL'INGRESSO PRESENTAVA ILSEGUENTE QUADRO NEUROLOGICO: STAZIONE ERETTA E DEAMBULAZIONE POSSIBILE MA PRECAUZIONALE CON RIGIDITA' DEL TRONCO E DEGLI ARTI. ANDATURA LEGGERMENTE CLAUDICANTE A SINISTRA. AASS: TONO FORZA E TROFISMO NELLA NORMA. R.O.T. AASS: FIACCHI NEI COMUNI PUNTI DI REPERTI BILATERALMENTE. AAII: MINGAZZINI MANTENUTO, NON DEFICIT DELLA FLESSIO-ESTENSIONE DEI PIEDI. LASèGUE POSITIVO A 60° BILATERALMENTE. R.O.T. AAII: ROTULEI NORMOELICITABILI E SIMMETRICI, ACHILLEO E MEDIOPLANTARE: ASSENTI BILATERALMENTE. SENSIBILITà: IPOESTESIA NOCICETTIVA NEL TERRITORIO DI S2-S3 SINISTRA. COMLETATE LE INDAGINI PRE-OPERATORIE VENIVO SOTTOPOSTO AD INTERVENTO NEUROCHIRURGICO DI: "LAMINECTOMIA, FORAMINOTOMIA L5-S1 BILATERALMENTE, DECOMPRESSIONE POSTERIORE DEL SACCO DURALE E DELLE CORRISPETTIVE RADICI NERVOSE. IL DECORSO POST-OPERATORIO è STATO REGOLARE E PRIVO DI COMPLICANZE. ATTUALMENTE, IL PAZIENTE PRESENTA UN NETTO MIGLIORAMENTE DEL QUADRO NEUROLOGICO, DEAMBULA AUTONOMAMENTE CON IL BUSTO ORTOPEDICO. FERITA CHIRURGICA ASCIUTTA ED IN ORDINE. QUESTA E LA VALUTAZIONE FATTA DAL NEUROCHIRURGICO PRIMA E DOPO INTERVENTO IL SEGUITO LO CONOSCE GIà DAL PRECEDENTE CONSULTO. LE CHIEDO DOTTORE SE DA QUESTA VALUTAZIONE PUò CHIARIRMI IN DETTAGLIO I DOLORI ANCORA ALLA SCHIENA E SACRALE, E PERCHè SE STO SEDUTO I PIEDI SI ADDORMENTANO DI PIù E LE GAMBE DIVENTONO PESANTE QUANDO MI SOLLEVO DALLA SEDIA, DOPO 4 MESI CHE NON FACCIO PIù LA CHEMIO. ATTUALMENTE PRENDO SOLO LYRICA PER DOLORI NEUROPATICI E BEVO MOLTA ACQUA, CONSIGLIATO DAL MIO EMATOLOGO, COSA NE PENSA?DEVO ANDARE AVANTI COSI, E PER QUANTO TEMPO. LA RINGRAZIO E ATTENDO UN SUO CONSULTO IL PIù CHIARO POSSIBILE SU NEUROPATIA E LAMINECTOMIA. CORDIALI SALUTI
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Non ho capito se Lei ha eseguito un'ulteriore RMN al livello della zona dell'intervento neurochirurgico. Se sì e non emergono fatti compressivi ulteriori sulle strutture nervose, è da dire che, in assenza di nuove indicazioni chirurgiche, rimane da fare affidamento sulle terapie mediche.
Tali terapie possono anche variare od incrementarsi fra di loro (va bene il pregabalin che Le ha dato il Suo Curantre), magari, a titolo esemplificativo, alternando (o aggiungendo) con a.gamma amino butirrico, con vit. del gruppo B, antidepressivi, infiltrazioni con cortisone anche con anestetico, ionoforesi con antireattivi.... Si tratta di cercare la miglior miscela che, in quel momento, va bene, per quello specifico paziente, e che può variare col tempo fino anche all' azzeramento della necessità di ogni altro trattamento (almeno in prospettiva).

Sicuramente, nella Sua città, esiste un Centro per la Terapia del dolore, ove possano prenderLa in cura. Si lasci indirizzare dal Suo Dottore che si potrà documentare su ciò che può riuscirLe di maggiore efficacia.

Auguri vivissimi
[#4]
dopo
Utente
Utente
SI DOTTORE HA CAPITO BENE NON SOLO RMN NELLA ZONA DELL'INTERVENTO ANCHE UNA TAC. INTANTO LA RINGRAZIO DELLA SUA GENTILEZZA E CONSIGLI, MA NON HO CAPITO QUALE E LO SPECIALISTA CHE DOVREBBE CAPIRE IL MIO PROBLEMA E DARMI LA TERAPIA IDONEA AL MIO CASO, IL NEUROCHIRURGO? IL NEUROLOGO? O L'ORTOPEDICO?. QUESTO E L'ESITO DELLA RMN: FATTA IL 9/9/11 RACHIDE IN TOTO PRIMA E DOPO MDC, SI CONFERMA LA PRESENZA DI LESIONI SECONDARIE A D3, D6, L3 E IN SEDE SACRALE. INVARIATI I RESTANTI REPERTI. BACINO: ESEGUITO DOPO INIEZIONE DI MDC, DOCUMENTA LA PRESENZA DI LESIONI RIPETITIVE A LIVELLO DEL TERZO PROSSIMALE DIAFISARIO DI FEMORE DX, DELLA BRANCA ISCHIO PUBICA DESTRA E DELLA DIAFISI FEMORALE SX. NON EVIDENTE VERSAMENTO ARTICOLARE. REGOLARI LE ENTESI ESAMINATE. ESITO TAC: del 26/7/11 CRANIO CON MDC, VENTRICOLI LATERALI IN ASSE, NON DILATATI. III E IV VENTRICOLO IN ASSE, NON DILATATI. STRUTTURE DELLA LINEA MEDIANA IN ASSE. NON SI APPREZZANO EVIDENTI AREE DI SIGNIFICATIVA ALTERATA DENSITÀ PARENCHIMALE IN ATTO. COLLO SENZA E CON MDC. NON SI APPREZZANO SIGNIFICATIVE TUMEFAZIONI A CARICO DELLE STAZIONI LINFONODALI LATEROCERVICALI. STRUTTURE DELLA LINEA MEDIANA IN ASSE. TORACE SENZA E CON MDC. NON SI APPREZZANO SIGNIFICATIVE ALTERAZIONI DENSITOMETRICHE PARENCHIMALI IN ATTO; REGOLARE CALIBRO E PERVIETÀ DELLE STRUTTURE BRONCO-VASCOLARI. NON SI APPREZZANO ADENOPATIE MEDIASTICHE SIGNIFICATIVE. ADDOME E PELVI SENZA E CON MDC. FEGATO INGRANDITO, SOPRATTUTTO NEI LOBI SIX E CAUDATO, CON MARGINI BOZZUTI COME PER EPATOPATIA CRONICA EVOLUTIVA. SONO PRESENTI CIRCOLI COLLATERALI PORTO-SISTEMICI. VIE BILIARI INTRA-ED EXTRAEPATICHE NON DILATATE. PANCREAS NEI LIMITI VOLUMETRICI, A DENSITÀ OMOGENEA. MILZA NEI LIMITI.MODERATAMENTE INGRANDITI ( DT < 1 CM. ) I LINFONODI DELLE STAZIONI INTERCAVO-PARAORTICHE. VESCICA IN ASSE, A CONTENUTO OMOGENEO. GRASSO PERIRETTALE E PERIVESCICALE INDENNE. NON SI APPEZZANO SIGNIFICATIVE TUMEFAZIONI DELLE STAZIONI LINFONODALI ILIACHE, OTTURATORIE E INGUINALI. LA VALUTAZIONE CON ALGORITMO PER IL TESSUTO OSSEO HA EVIDENZIATO ALTERAZIONI OSTEOSTRUTTURALI A CARATTERE OSTEOCONDENSANTE A CARICO DELLA TESTA DELL'OMERO DESTRO, DI MULTIPLI CORPI VERTEBRALI E DELLE OSSA DEL BACINO. LE RICORDO DOTTORE CHE LA PET FATTA IL 29/11/11 E RISULTATA NEGATIVA. ATTENDO UNA SUA VALUTAZIONE E SE POSSIBILE DALLA RMN LA CAUSA DELLA NEUROPATIA. LA RINGRAZIO DELLA CORTESE DISPONIBILITA. CORDIALI SALUTI
[#5]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Parlando di Centro per la terapia del dolore, mi riferivo ai Colleghi che operano in tali Strutture e che possono essere di molteplici indirizzi. Allo stato, è l'Anestesista e l'Oncologo che, a mio avviso, sono maggiormente indicati per Lei (anche il Neurologo ben potrebbe fornire un proprio ausilio, specie per gli eventuali antidepressivi se vi fosse riscontro di opportunità).

Ancora auguri e, se ritiene, faccia avere ulteriori notizie.
[#6]
dopo
Utente
Utente
GENT.MO DOTTORE GRAZIE PER LA RISPOSTA IMMEDIATA. FORSE NON MI HA CAPITO HO NON MI SONO SPIEGATO BENE. LA MIA DOMANDA IN TUTTA QUESTA STORIA E LA SEGUENTE: PERCHÉ NON C'È SENSIBILITÀ HAI GLUTEI ,DIETRO ALLE COSCE,E HAI PIEDI? PER INTENDERCI IO CAMMINO CON LE STAMPELLE. CON LIRICA STO MEGLIO, NON HO BISOGNO DI TERAPIA DEL DOLORE, QUELLO CHE MI STA A CUORE SAPERE SE RITORNERÀ LA SENSIBILITÀ ALLE ZONE GIÀ CITATE, E SE C'È UNA CURA SPECIFICA PER IL MIO PROBLEMA, SPERO DI ESSERE STATO IL PIU CHIARO POSSIBILE. MI AUGURO DI AVERE DALLA SUA ESPERIENZA PROFESSIONALE UNA RISPOSTA MOLTO SODDISFACENTE. CORDIALI SALUTI E GRAZIE.
[#7]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Presumo che si tratti anche di un problema di tossicità sia dei farmaci, necessariamente impiegati, sia della patologia di base.
I trattamenti che Le ho indicato sono un esempio di approccio alla cattiva conduzione dello stimolo nervoso (sia sul piano sensitivo che presumibilmente su quello motorio).
Il fatto che col Lyrica sta meglio, sembrerebbe una conferma.

Non sono in grado di predire quando e di quanto starà meglio. Il tempo dovrebbe giocare a Suo favore nel momento in cui la malattia è domata ed altre terapie "energiche" non appaiono più necessarie.
[#8]
dopo
Utente
Utente
E SI! HA RAGIONE DOTTORE MI ASPETTAVO QUESTA RISPOSTA. HO 61 ANNI SONO VICINO ALLA CITTÀ DI BARI E LE PRIME PAROLE CHE MI HA DETTO L'EMATOLOGO PRIMA DI INIZIARE LA CHEMIOTERAPIA SONO: LEI E GIOVANE SE REAGISCE E NON SI ABBATTE LA CHEMIO FUNZIONERÀ AL 100%. INFATTI AL 4° CICLO LA PET HA DATO ESITO NEGATIVO, COME LA RICONFERMATO NELLA PET FATTA IL 29/11/11, FINISCO LA CHEMIO IL 1/9/11. ORA DOTTORE LE VOGLIO DOMANDARE VISTO CHE HA MOLTA ESPERIENZA, CHE SIGNIFICA MALATTIA DOMATA? DEVONO PASSARE I FAMOSI 5 ANNI SENZA CHE SI RIPRESENTA LA MALATTIA? (LINFOMA) E POI VISTO CHE NESSUNO ME LA SPIEGATO A CHE SERVE "LAMINECTOMIA" E "FORAMINOTOMIA" PUÒ ESSERE CAUSA DELLA NEUROPATIA OLTRE AL FARMACO VINCRISTINA. SONO CURIOSO DI NATURA , SPERO CHE MI CAPISCA. LA SALUTO CORDIALMENTE E UN GRAZIE SINCERO.
[#9]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Non direi che la decompressione radicolare, eseguita asportando una parte di lamina vertebrale (laminectomia) ed allargando il canale di coniugazione, dove si trova la struttura nervosa, fra vertebra superiore ed inferiore (foraminotomia) possa avere avuto un'influenza negativa per quanto ci interessa.

L'Oncologo Le avrà certamente spiegato che, pur trovandoci di fronte a malattie "capricciose", la buona risposta ottenuta con le terapie dà una previsione di altissime possibilità di sconfitta della malattia che, in teoria, potrebbe anche riaffacciarsi un lontano domani ma che verrebbe nuovamente sconfitta da altri cicli di terapia specifica. Non è una guarigione definitiva (come ad es. guarisce definitivamente un paz. affetto da appendicite, con la asportazione dell'appendice) ma vi è la possibilità di tenere la malattia "sottomessa" ed innocua con gli idonei trattamenti (come se fosse una patologia cronica che anche se si ripresentasse, in teoria, sarebbe destinata nuovamente a chinare il capo).

Forse sono stato troppo grossolanamente descrittivo, ma spero di aver reso il mio pensiero.

Cordialità
[#10]
dopo
Utente
Utente
NON DIREI DOTTOR DELLA CORTE, A ME BASTA QUELLO CHE MI A DESCRITTO, E CHIARITO IN DETTAGLIO, LE MIE DOMANDE, SONO MOLTO SODDISFATTO DELLA SUA SPIEGAZIONE. LA RINGRAZIO ANCHE PER LE BELLE PAROLE POSITIVE SULLA MIA MALATTIA, SI, L'ONCOLOGO ME LA SPIEGATO, MA LEI MI INSEGNA CHE, VA DA SOGGETTO A SOGGETTO. NON MI POSSO LAMENTARE AL MOMENTO VA TUTTO BENE. SE LE FA PIACERE IN FUTURO LA TERRO' AGGIORNATO DELLA MIA SITUAZIONE. LA SALUTO CORDIALMENTE E UN GRAZIE SINCERO.
[#11]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Mi farà sempre molto piacere ricevere notizie positive su di Lei.

Grazie a Lei per aver apprezzato il mio impegno nel cercare di soddisfarLa.

Ancora infinit auguri
[#12]
dopo
Utente
Utente
GRAZIE DOTTORE, IERI 18/1 HO FATTO ANALISI PER CONTROLLO, LUNEDI 23/1 ANDRO' A BARI (CONTROLLO VISITA EMATOLOGICA) E IL 14/2/12 FARO' LA TAC. SPERO DI AVERE NOTIZIE POSITIVE, NATURALMENTE LA TERRO' INFORMATA. CORDIALI SALUTI E BUON LAVORO
[#13]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dr. Della Corte il 14/2 ho fatto la TAC (cranio,collo,torace,addome e pelvi) e stasera 15/3 la RM (encefalo,rachide in toto e bacino) come le avevo accennato nel precedente consulto. Vorrei avere delle risposte sincere se, si riscontra sia dalla TAC che dalla RM, LESIONI D4-D7 e L3 , come vengono chiamate da voi specialisti. "la parola corretta" mentre per quanto riguarda il bacino: Rispetto al precedente esame si documenta significativa riduzione volumetrica delle lesioni localizzate al sacro, in corrispondenza della diafisi prossimale del femore di destra ed alla branca ischio-pubica di destra. che significa queste ultime parole? Assai poco riconoscibile la localizzazione diafisaria femorale sinistra. Permane sfumata la localizzazione al collo femorale di sinistra. Quale' la sua valutazione, mi chiarisca nel piu' dettagliato possibile. Appena gli e possibile mi risponda grazie. Cordiali Saluti
[#14]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Dove le immagini sono meno significative, mi sembra ovvio che il responso indichi una situazione in benevole evoluzione (come avevamo previsto qualche mese fa).

Non ho ben capito i referiti TAC e RMN della colonna: sarebbe meglio che Lei riportasse per intero i referti confrontandoli con i precedenti omologhi.

Cordialità
[#15]
dopo
Utente
Utente
Infatti per questo le ho chiesto il suo parere, anche nelle precedenti TAC fatta a luglio 2011 e RM a sett. l'esito della colonna era lesioni alle stesse vertebre D4-D7-L3, non capisco c'e qualcosa di non chiaro, se la PET e' NEGATIVA il 5/8/11, e il 29/11/11, perche' non vede le lesioni alle vertebre?, sono tessuti morti, puo' essere in dubbio la PET. Sono confuso non capisco ma, la PET cosa vede? Lunedi 19/3 andro' a controllo dall'ematologo a Bari, e spero che mi chiarisce bene questo quesito. Saluti Cordiali
[#16]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Faccia pure sapere.
Saluti
[#17]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dr. oggi ho saputo un'altra buona notizia. L 'esame ISTOLOGICO e risultato NEGATIVO. Reperto Macroscopico. 2 frammenti di cm 0,5 e di cm 0,9. Diagnosi. Campione osteomidollare comprendente midollo emopoietico focalmente ipocellulare esente da localizzazione linfomatosa.
- CD20, CD79a e CD30: negativi; CD3: positivo in rari piccoli linfociti T; CD138: positivo in rare plasmacellule.
Focale e modesto incremento del reticolo argentofilo. Questo e in dettaglio l'esame completo. I dubbi che avevo sono stati chiariti dall'ematologo, e cioe' la PET vede la malattia Attiva, mentre la TAC e la RM vedono ancora le lesioni di quelle vertebre colpite dalla malattia, che non sono ancora cicatrizzate, questo e l'es. che mi ha fatto. Naturalmente le cellule sono morte ecco perche' la PET non le vede. Lei cosa ne pensa e daccordo su quello che sostiene l'ematologo? quindi da quello che ho capito e' importantissimo l'esito della PET. Quale' la sua valutazione?
Ora i controlli li faro' ogni tre mesi sperando che saranno sempre migliori. La Saluto Cordialmente



[#18]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Mi sembra che quello che riferisce l'Ematologo sia razionale.
Mi felicito per il buon decorso della patologia.
Se ha piacere continui pure a far avere Sue notizie anche se non sempre ho la possibilità di essere in internet e, conseguentemente, le mie repliche possono tardare.
Saluti cordialissimi
[#19]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dr. Della Corte dopo un po di tempo da l'ultimo consulto dove parlavo dell'esame istologico NEGATIVO e della PET nov. 2011 NEGATIVA. In questo periodo ho fatto altri controlli compreso la PET nov. 2012 ancora NEGATIVA come anche la TAC. Ma non mi lamento per questo, tutto sommato per quanto riguarda il linfoma non hogdkin non ce malattia, dopo 1 anno e 6 mesi che non faccio chemio e per tre volte consecutivo la PET e risultata sempre NEGATIVA. Le volevo chiedere un consulto per quanto riguarda questa maledetta polineuropatia, ora le descrivo esattamente i sintomi dolorosi che devo sopportare e non si sa per quanto tempo? prendo lyrica da agosto 2011, integratori diversi attualmente destior da 6 mesi e poi fisioterapia a casa. Integratori ad oggi nessun beneficio, e poi non posso smettere di prendere lyrica, ma e mai possibile che appena diminuisco la dose di una sola cp da 75mg ricominciano i sintomi peggio di prima: bruciori hai glutei, caviglie strette, formicolio, intorpedimento ecc.. ma devo stare a vita cosi? So che ci sono dei centri a Milano che studiano questa patologia neurologiche cosa mi consiglia di fare, o se puo' indicarmi un collega che possa capire il mio caso. Domanda, si puo' guarire di neuropatia? o si puo' solo migliorare? Spero di avere una risposta soddisfacente come al solito, al piu' presto. Cordiali Saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa