Involucri meningei

sono affetto da prousioni multiple con osteofiti in particolare qulla che mi da piu' fqastidio c3-c4 protusione con compromissione degli involucri meningei... volevo sapere se e' possibile eseguire della fisioterapia per le vertebre c3-c4 esiti di schemia frontale e occipitale...... grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egregio Signore,
La pregherei di scrivere nuovamente il suo consulto, specificando bene sui sintomi e quanto meno riportando l'esito della risonanza.
Già a distanza è pressoché impossibile fare una diagnosi di certezza e conseguentemente ipotizzare soluzioni terapeutiche.
Se poi lei riduce in quattro righe una problematica clinica, il tutto diventa impossibile

cordialmente
[#2]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
Lo studio RM cervicale, dorsale, lombare eseguito con sequenze SE T2W sui piani sagitale ed assiale, ha mostrato: irregolarità spondilosiche delle limitanti somatiche in esame più evidenti nel tratto cervicale.
Scomparsa fisiologica lordosi cervicale, nei limiti la cifosi dorsale e la lordosi lombare fisiologica.
I dischi inter-somatici mostrano in T2 per fenomeni di disidratazione, quelli del tratto cervicale appaiono assottigliati
A livello dello spazio inter-somatico c3-c4 si osserva una protusione disco-artrosica posteriore mediana e paramediana bilaterale, lievevemente più estesa a destra che impronta la banda subaracnoidea anteriore.
A livello dello spazio intersomatico c6-c7 si osserva una modesta protusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale, lievemente più estesa a sinistra che impronta la banda baracnoidea anteriore.
A livello dello spazio intersomatico L4-L5 si osserva una piccola ernia discale posteriore mediana e paramediana sinistra che impronta il sacco durale.
Non evidenti immagini da riferire a patologie discale restanti.
Midollo regolare per volume e segnale.
Cono midollare in sede, regolare per volume e segnale.
Canale vertebrale di ampiezza conservata.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

• 23.11,2011
Segni di cervico artrosi-uncoartrosi somatica ed interapofisaria con Irregolarità delle limitanti vertebrali.
Ridotto appare il segnale dei dischi intersomatici in esame, per fenomeni disidratativi.
Normale ampiezza canale vertebrale.
Protusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale a livello dello spazio intersomatico c3-c4 con comprensione degli involucri meningei.
Bulgig Disk a livello dello spazio intersomatico c5-c6 con associata visibilità di becco osteofitosico in sede postero-laterale sinistra che determina parziale impeggo del forma di coniugazione omolaterale e segni di conflitto sulla rispettiva radice spinale.
Protusione disco-artrosica posteriore mediana/paramediana bilaterale a livello dello spazio intersomatico c6-c7 con visibilita’ di becco osteofitico in extra-foraminale destra.
A volume morfologia regolare l’immagine midollare nel tratto in esame.



• Novembre 2011.
• Ernia jatale da scivolamento, cardias beante,gastro duodenite erosiva ed edematosa in soggetto colecistectomizzato in data 3.3.2006.
• IPB con esame negativo della biopsia prostatica eseguito settembre 2011.


23.11.2011RMN CRANIO
………………………………..
IN corrispondenza dell’emisfero dx si rileva la presenza di due aree di alterato segnale localizzate rispettivamente in sede frontale con coinvolgimento corticale e sottocorticale a segnale iperintenso in FLAIR da gliosi e piccola area ipointensa centrale come da focolaio malacico.
L’altra area è localizzata in sede parieto occipitale omolaterale mostrante le medesime caratteristiche di segnale e con area centrale ipointensa di dimensioni maggiori.
Dette lesioni non mostrano segni da riferire ad effetto massa.
I reperti segnalati sono suggestivi ihn prima ipotesi diagnostica di accidenti cerebro vascolari. Utile comunque approfondimento clinico strumentale.
Normale ampiezza del sistema ventricolare sopra e sottotentoriale, se si accettua minimo ampliamento ex vacuo del corno occipitale dx.
Normale ampiezza degli spazi subaracnoidei della volta e della base. In asse le strutture della linea mediana
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
APPROFONDIMENTI ESEGUITI:
10.01.2012

Lo studio del cranio eseguito con sequenze SE T1w TSE dual FFE T2w e ssh – DWI sul poianoi assiale FLAIR sul piano assiale e coronale, TSE T2 w sul piano sagittale, SE T1 w dopo infusionje endovenosa di mezzo di contrasto sui tre piani ortogonali ed integrato da sequenze 3D TOF con ricostruzioni MIP per lo studio del circolo arterioso intracranico, ha mostrato:
a sede parietale dx estesa in parte al giro angolare presenza di discreta area corticale e sottocorticale di di dismogeneo basso segnale in T1 e di di disomogeneo elevato segnale in T2 e FLAIR con dilatazione ex vacuo delle strutture ventricolo-cisternali contigue, in particolare del corno occipitale e del trigomo del ventricolo omolaterale compatibile con esito gliotico-malacico di lesione vascolare ischemica; altra piccola area con le medesime caratteristiche di segnale e di verosimile analogo significato si apprezza in corrispondenza del giro fronto-orbitario di destra estesa in parte e giro frontale inferiore, concomitano altre piccole aree e con le medesime caratteristiche di segnale e di verosimile analogo significato in corrispondenza del giro frontale inferiore e medio omolateralmente; in corrispondenza della sostanza bianca periventricolare e dei centri semiovali qualche piccola area di elevato segnale in T2 e FLAIR compatibile con focolaio di gliosi; ventricoli laterali in sede e regolari; terzo e quarto ventricolo sulla linea mediana; scarsa rappresentazione delle diramazioni dei tratti M1 di verosimile significato arteriosclerotico, concomita mancata visualizzazione dell’arteria cerebrale posteriore di sx ad eccezione del tratto iniziale di verosimile analogo significato; regolare calibro e decorso dei restanti vasi del poligono di willis; non evidenti malformazioni vascolari e-o neo vasi; regolare per l’età l’ampiezza dei restanti spazi subaracnoidei della volta ed ella base; assenza di aree di impregnazione patologica dopo infusione endovenosa di mezzo di contrato.
R-A: presenza di materiale di ristagno in corrispondenza del seno mascellare dx.


ANGIORM VASI DEL COLLO
…………………………………………………………….
L’esame ANGIORM dei vasi del collo, eseguito con sequenze TFE T1 w volumetriche durante l’infusione endovenosa di mezzo di contrato con ricostruzioni MIP, ha mostrato lievi irregolarità parietali dei vasi esplorati; lieve riduzione di calibro, non emodinamicamente significativa, di entrambe le ICA all’origine; simmetriche le vertebrali.
le trascrivo l'esito dell'ultima tac.......Rispetto alla precedente per controllo TC ...esibito per confronto, il reperto non presenta sostanziali modiffiche, ove si accettui comparsa minima quota aerea nel contesto de seno mascellare di destra, che al confronto precedente appariva del tutto obliterato per tessuto ipodenso flogistico: permangano
non definibili le porzioni anteriori delle celle etmoidali del turbinato medio ed il processo uncinato a destra, verosibilmente su base congenita (non riferiti pregressi interventi chirurgici). Ipertropfia pseudipipoide della mucosa di rfivestimento a livello del complesso osteo-meatale a destra.
SENUSITE MASCELLARE
obliterazione completa per tessuto ipodenso flogistico delle concamerazioni paranasali frontali a destra.
Ipertrofia la mucosa di rivestimento dei turbinati.
Deviazione destro-convessa del setto nasale.
Normale sviluppo e pneumatizzazione delle restanti cavità' pneumatiche paranasali.
Non evidenti lesioni strutturali di rilievo patologico della strutture osee splancnocranio comprese nei piani in esame.
MI CHIEDO:
poichè le patologie coesistono:
1) ernia jatale; ansia
2) protusioni cerrvicali con in particolare protusione C3-C4.........
3) ischemia;
protusioni dorsali ecc ecc.


[#3]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
un suo collega neurochirurgo mi ha diagnosticato:
sindrome ansiosa depressiva. Esame neurologico nei lòimiti della norma .Cervicoartrosi discopatia plurime senza rilevanti conflitti.
ESiti di eventi ischemici frontale e occipitale.Non necessita di trattamento neurochirurgico.
Indispensabile consulenza psichiatrica.lEI CERTAMENTE MI DIRA' CHE DEVO OPERARMI..........O MI SBAGLIO?
[#4]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Caro signore,
io non Le dico proprio nulla perchè, oltre a non essere deontologicamente corretto ed essere vietato legalmente,le diagnosi a distanza non sono possibili perchè manca la valutazione diretta del paziente,l'ascolto della propria storia clinica e la visione delle immagini degli esami effettuati.

Detto questo, posso solo intuire,stando al referto della RM cervicale, una patologia discoartrosica, la cui terapia va indicata dopo l'attento esame clinico.
Infatti scegliere la terapia medico-conservativa o quella chirurgica non è a discrezione del medico,ma una o l'altra si impone se vi sono le condizioni oggettive,come per esempio una sintomatologia significativa cui però Lei non accenna.

Se Lei ha disturbi che possono essere messi in relazione con la patologia cervicale e questi non trovano beneficio dalla terapia medica, allora è probabile che la terapia sia chirurgica, a meno che i disturbi che Lei riferisce non siano reali e interpretabili invece come somatizzazione di disturbi psichici, come sembra il collega abbia interpretato, consigliandoLe la visita psichiatrica.

Con cordialità
[#5]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
terapia chirurgicva cervicale o ototorino? per i seni mascellari: ristagno mucoso al seno mascellare dx.
[#6]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Sono due patologie diverse: la sinusite è di competenza dell'otorino, mentre la patologia cervicale è del neurochirurgo.
[#7]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
aspitina allora c'e poco da stare allegri........grazie
[#8]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
mi dica dottore da dove iniziamo l5/S1 c4-c3 o c7-c4 o endoscopia dei del seno mascellari.
quella che mi da piu' fastidio e' la c3-c4 il suo collega non ha trovato segni di rilevanti conflitti e mi meraviglio della sua risposta senza lasciare tracce minime di speranza per terapie fisiatriche.
la c3 e la c4 mi causa una pseudo nevragia trigeminale con nevralgie alle protesi dentarie. Allora mi chiedo e' ancora presente la sinusite mascellare dopo aver tolto il dente / dell'arcata sup e sostituito con protesi mobile........o è solo un fattore cervicoartrosi da c3-c4?
[#9]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
?

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa