Malformazione vascolare cerebrale

salve a tutti ,circa 10 anni fà ho avuto un emorragia parieto occipitale destra .sono rimasto ricoverato circa 60 giorni da allora soffro di forti emicranie 3 4 volte a settimana spesso associate a vomito capogiri e visione sdoppiata : ,danni subiti dall'evento :difficoltà della deglutizione diminuzione del campo visivo più del 50 per cento e perdita del tono muscolare a sinistra ,premetto che faccio sempre vari controlli .l'esito dell'ultima angio t.c encefalo con ricostruzione 3d dice :Indagine eseguita prima e dopo mdc ev per lo studio selettivo del circolo itracranico e completata con ricostruzioni MIP e VR sui piani coronali,sagittali e obliqui.Esiti corticali in sede parieto_occipitale dx con dilatazione ex vacuo del corno occipitale del ventricolo omolaterale. In sede sottotentoriale dx si evidenzia la presenza di vaso anomalo che confluisce nel seno retto .lo studio angio tc del poligono di willis ha evidenziato marcata ipoplasia del tratto terminale intracranico dell'a. vertebrale sn.ora vorrei sapere per favore ,se è il caso di effettuare ulteriori accertamenti .e se ci sono pericoli di eventuali recidive ,e come comportarmi con i disturbi citati .grazie a chi mi risponde .
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 200 2
Non viene specificata la natura di quel vaso anomalo. Se si tratta di un afflusso venoso non previsto (quindi anomalo), non credo che la cosa debba avere importanza clinica.
Per il resto, Lei presenta un quadro abbastanza tipico di un paz. che ha avuto un'emorragia intracerebrale e che è guarito diciamo con difetto anatomico ma non con difetto funzionale.
I disturbi, tipo cefalea, li ho visto spesso in ammalati che hanno avuto i Suoi problemi senza che ciò significasse nulla di particolare.

Forse uno studio angioencefalico più completo potrebbe essere utile per sviscerare la natura di quella anomalia (ma non credo che la cosa di darebbe molto di più utile) e non sarei alieno dal pensare, quindi andrebbe accertato, che quei disturbi tipo paresi, deficit visivo...possano essere degli equivalenti epilettici che quindi andrebbero controllati.
Auguri cordiali.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio