Fascicolazioni arti

Gentililissimi
Ho 38 anni alto 191cm di corporatura magra, ho sempre praticato sport, palestra e calcio, con continuita' fino alla fine di marzo 2012; per motivi di lavoro e familiari ho dovuto interrompere questa sana abitudine. Premetto che faccio un lavoro che per 10 ore al giorno mi fa star seduto al pc o in riunioni; alla fine di maggio ho iniziato ad avvertire formicolii agli arti inferiori e superiori e mani e piedi che si addormentavano soprattutto di notte e fascicolazioni ai polpacci e quatricipite basso interni sia a dx che sn; certe volte avvertivo anche pulsazioni alle mani ed alviso. Purtroppo sono andato nel panico dopo un controllo su internet dai quali e' emerso che i sintomi sono associati a SLA e SM.

Il mio medico (anche neurologo) tranquillizzandimi mi ha suggerito prima Rx al tratto cervicale e lombare e successivamente una RM ( eseguita in luglio) al tratto lombosacrale senza contrasto da cui e' emerso quanto segue:
Lo studio del rachide lombare e' stato condotto con tecnica turbo spin-echo per immagini pesate a livello T1 e T2 sul piano sagittale ed assiale.
A livello dello spazio intersomatico L5-S1 presenza di ernia discale contenuta mediana posteriore.
A livello dello spazio intersomatico L3-L4presenza di modesta protrusione dell'anulus fibrosus postero laterale sinistra.

Il mio medico ha associato i miei sintomi all'ernia ed alla protrusione.

Nel corso dell'estate i sintomi si attenuavano e si riproponevano. A settembre, nonostante i sintomi, ho ripreso a giocare a calcio e su consiglio di un fisiatra ho iniziato a fare ginnastica posturale e devo dire che i formicolii e gli addormentamenti si sono attenuati..ma da una settimana (in cui non ho fatto sport per motivi di lavoro) si sono riproposte le fascicolazioni in particolare ai quadricipiti e polpacci. Non nascondo che questo, pensando alla sla e sm mi sconforta ed abbatte.

Qual' e' il vostro parere?

Vi ringrazio in anticipo per un suo eventuale prezioso supporto

[#1]
Dr.ssa Silvia Malaguti Urologo, Neurologo, Neurofisiopatologo 13
Buonasera,
Per una completezza di indagine le consiglio di eseguire uno studio elettromiografico (EMG) che potrà essere di aiuto per verificare se le alterazioni segnalate alla RM lombare sono correlate ai formicolii e alle fascicolazioni. Per completezza suggerirei il completamento della risonanza anche a livello cervico-dorsale.
Nel caso in cui le indagini risultassero negative, l'indicazione sarebbe quella di proseguire la ginnastica posturale per mantenere una buona funzionalità biomeccanica della colonna e prevenire ulteriori alterazioni discali.
Se è uno sportivo da molto tempo è certamente superfluo ricordarle un'idratazione ed alimentazione bilanciata oltre che una supplementazione di sali e vitamine quando fa attività fisica.

Cordiali saluti

Dr.ssa Silvia Malaguti
Neurologa, Neurourologa
Specialista in Neurofisiopatologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dr.ssa,
la ringrazio del consulto;
leggere dell'esame di emg un po mi spaventa dato che ho letto che viene eseguito per valutare l'eventuale presenza della sla.
Comunque seguiro' il suo consiglio e le faro' sapere
Buona giornata
[#3]
Dr.ssa Silvia Malaguti Urologo, Neurologo, Neurofisiopatologo 13
Buongiorno,
Con l'esame Emg in realtá si potrá verificare in primo luogo se si tratta di radicolopatia, che é una condizione ben piú diffusa della SLA e che puó manifestarsi con formicolio e fascicolazioni.
Vada sereno all'esame, i colleghi neurofisiologi saranno in grado di spiegarle i risultati ed eventualmente indicarle approfondimenti o percorso terapeutico.
Cordiali saluti.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa