Utente
Buongiorno, sono circa 20 gg che sono bloccato a letto,dapprima con forte mal di schiena e ora con dolori atroci dovuti a una sciatalgia che a tratti mi fa letteralmente piangere. Fatta la RM ho avuto ieri i risultati ma fino al 13 novembre non ho la visita dal neurochirurgo (ovviamente a pagamento perché all'usl mi avevano mandato all'8 gennaio!) ora dato che oltre a forti dolori ho anche tanta paura per un eventuale intervento aspettare fino al 13 per sapere se mi dovrò operare o meno mi proverà oltre che fisicamente anche psicologicamente e vorrei sapere se fosse possibile avere un vostro parere (ovviamente a grandi linee) inviandovi l'esito della RM per capire almeno se è chiaro e lampante il fatto che debba essere operato oppure se sarà strettamente discrezione del neurochirurgo al quale mi affiderò. Ringraziandovi comunque sin d'ora vi porgo i miei migliori saluti. Buona giornata e buon lavoro.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Mandi il referto della rmn lombare e descriva un po' più dettagliatamente la situazione.
Ha avuto in passato disturbi di tale rilevanza? da quanto tempo dura l'attuale disturbo? Oltre al dolore vi è anche un deficit della sensibilità (ed eventualmente in che zona dell'arto inf)?, si registra una diminuzione di forza ad un gruppo di muscoli con difficoltà a compiere, ad es., un movimento del piede rispetto al controlaterale? Se fa un colpo di tosse, o soffia il naso o evacua, il dolore aumenta? Quale arto inf. duole dx o sin.?
Faccia sapere ed auguri.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
buongiorno Dottore innanzitutto grazie per la gentilezza e la tempestivita' nel rispondere..dunque in passato ho avuto sporadicamente negli anni qualche brevi periodi di mal di schiena anche perche' lavorando dall'eta' di 19 anni (ora ne ho 42) in un magazzino edile sono sottoposto spesso a sforzi e scosse (usando molto carrelli elevatori rigidi) ma mai a questi a livelli..da fine luglio circa ho cominciato ad avvertire dolori al fondo schiena e si sono protratti fino alla fine di agosto poi dopo 2 settimane di ferie sembravano quasi spariti e comunque molto alleviati.A inizio ottobre sono ripresi forti fino ad arrivare al 13 ottobre appunto che sono stato costretto a fermarmi dato che erano ormai 10gg che avevo dolore anche dietro il gluteo fino all'altezza del retro ginocchio, nelle 2 settimane precedenti avevo fatto una decina di punture di dicloreum senza praticamente risultati.Il 15 mi reco al pronto soccorso con fortissimi dolori e fastidi ma non alla schiena ma alla gamba (i dolori alla schiena verso il 20/10 sono spariti praticamente) dove mi fanno 1 flebo e 1 iniezione di cortisone oltre che una radiografia che non evidenzia rotture o fratture di nessun tipo alla schiena.Appena dimesso ricominciano i dolori ma non alla schiena ma alla gamba,la destra, dal gluteo ormai estesi fino alla caviglia con il tallone quasi privo di sensibilita' ma con il piede e le dita del piede reattive e funzionanti (anche tuttora e comunque in generale sempre) .Ovviamente muovendomi con le stampelle solo in casa per andare in bagno e basta (visto che non riesco nemmeno a stare seduto per mangiare) non riesco a valutare il fatto di aver perso forza o meno nella gamba (destra appunto) che a tratti mi duole in modo atroce. infatti come mi chiede lei se tossisco o adirittura se alzo la voce mi aumenta il dolore cosi' come se mi reco in bagno sia per evacuare ma anche per urinare.Inoltre ho fatto dal 18/10 n'9 iniezioni di bentelan,sporadicamente coefferalgan per il dolore,brufen 600,ora sono alla 4' iniezione di nicetile (il dott me ne ha prescritte 10) e tolto il coefferalgan da stamani mi ha prescritto DEPALGOS compr. da 5mg+325mg.(con LUCEN da 20mg che assumo dal 15/10). La ringrazio ancora anticipatamente e le dico che sono un paio di giorni che va' leggermente meglio ma nulla di che,anche perche' giorni indietro sembrava meglio poi ricominciavano dolori atroci.Porgendole distinti saluti e ringraziandola ancora le trascrivo parola per parola l'esito della RM effettuata in data 27/10/2012 fiducioso di delucidazioni. "RM COLONNA LOMBOSACRALE............................................. INDAGINE ESEGUITA CON SCANSIONI EFFETTUATE SUI PIANI SAGITTALI ED ASSIALI UTILIZZANDO SEQUENZE TSE T1, T2 DIPENDENTI E STIR. RIDUZIONE DELLA FISIOLOGICA LORDOSI LOMBARE. FENOMENI SPONDILOSICI INIZIALI CON ASPETTI DISIDRATATIVI DEI DISCHI E IRREGOLARITA' DEI PROFILI SOMATICI PIU' EVIDENTI A L5-S1 CHE APPARE RIDOTTO DI SPESSORE CON A CARICO DELLA SPONGIOSA SUBCONDRALE ADIACENTE LE LIMITANTI SOMATICHE A CONFRONTO LIEVI ALTERAZIONI DISTROFICO-DEGENERATIVE. SI ASSOCIA IPERTROFIA DEGENERATIVA DEI MASSICCI ARTICOLARI INTERAPOFISARI CON MODICO AUMENTO DEL CONTENUTO FLUIDO INTRARTICOLARE E NEL TRATTO DI PASSAGGIO LOMBOSACRALE DOVE SI EVIDENZIA UN LIEVISSIMO DISALLINEAMENTO DEI MURI SOMATICI POSTERIORI,ASIMMETRIA DI ORIENTAMENTO DELLE RIME ARTICOLARI. A L5-S1 PROTRUSIONE CIRCONFERENZIALE DELL'ANULUS FIBROSUS DISCALE OLTRE I PROFILI OSSEI CON ASSOCIATA FOCALITA' ERNIARIA POSTERIORE MEDIANA PARAMEDIANA E LATERALE DESTRA,CHE PRESENTA GROSSOLANO FRAMMENTO ESTRUSO CHE OBLITERA PARZIALMENTE IL TESSUTO ADIPOSO EPIDURALE,IMPRONTA VISTOSAMENTE IL PROFILO LATERALE DESTRO DEL SACCO DURALE E L'EMERGENZA RADICOLARE OMOLATERALE CHE APPARE DISLOCATA POSTERIORMENTE. L'ALTERAZIONE DISCALE RISALE AD INTERESSARE IL FORAME DI CONIUGAZIONE DI DESTRA DOVE MASCHERA LE STRUTTURE GANGLIO-RADICOLARI. NEI LIMITI I PROFILI DISCALI POSTERIORI NEI RESTANTI LIVELLI. REGOLARE LA MORFOLOGIA ED IL CALIBRO DEL CANALE RACHIDEO. PER QUANTO POSSIBILE VALUTARE AL SOLO ESAME DIRETTO REGOLARE APPARE IL CONO MIDOLLARE CHE TERMINA A LIVELLO DI L1 E LA DISTRIBUZIONE DELLE RADICI DELLA CAUDA. VALIDO IL TROFISMO DEI MUSCOLI PARAVERTEBRALI. ............................................................................

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Egregio Sig.,
i disturbi da Lei segnalati sembrano in piena sintonia con le immagini rmn lombare da Lei riferite.
Pur non avendoLa mai visitata, ritengo che vi sia un'indicazione chirurgica di decompressione delle radici nervose.
Il tempo trascorso dall'inizio dei disturbi, la sostanziale insensibilità alla terapia intrapresa e le difficoltà alla deambulazione, fosse pure per le sole algie, portano a concludere come Le ho illustrato.
Se ha piacere, faccia sapere cosa Le dirà il Collega che, nei prossimi giorni, La visiterà.
Auguri cordiali.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi Dottore l'ignoranza ma non ho ben capito..crede sia necessario l'intervento chirurgico quindi , in base a ciò che le ho detto e all'esito della RMN? Grazie mille distinti saluti.

[#5]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Penso di sì, pur con i limiti di una valutazione on-line.
Saluti.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#6] dopo  
Utente
Ho capito...la ringrazio cordialmente per la sua rapidità e disponibilità. Sarà più il pensiero e la paura ora ad assillarmi da qui al giorno della visita che il resto..buona serata e buon lavoro..