Chiarimenti referto rm encefalo

Dottori buongiorno ,
Nel 2003 sono stata operata per rimuovere un cavernoma in sede cerebellare e purtroppo , causa una fistola liquorale , ho dovuto ripetere l'operazione 20 giorni dopo .
Nell'arco degli anni ho effettuato dei controlli che in sostanza non hanno evidenziato patologie particolari .
Negli ultimi mesi , seguito ad episodi notturni e giornalieri di vertigini e sbandamento , il dottore di base mi ha prescritto un nuovo controllo , di seguito il referto :

ESAME ESEGUITO PRIMA E DOPO LA SOMMINISTRAZIONE DI MEZZO DI CONTRASTO PER VIA ENDOVENOSA CON SEQUENZA S.E. PESATA IN T1 , T2 E CON SEQUENZE DI TIPO FLAIR MEDIANTE SEZIONI ASSIALI , SAGITTALI E CORONALI DELLO SPESSORE DI TIPO5 MM.

AL CONTROLLO ODIERNO SI DOCUMENTANO GLI ESITI DEL NOTO INTERVENTO CHIRURGICO IN FOSSA
CRANICA POSTERIORE CON PICCOLA AREA MALACICA IN SEDE DI EMISFERO CEREBELLARE DESTRO, NON AREE DI ENHANCEMENT PATOLOGICO A QUESTO LIVELLO . NON RESIDUI DELLA LESIONE PRECEDENTEMENTE ASPORTATA , NON ULTERIORI RILIEVI SIGNIFICATIVI .

Le mie domande sono le seguenti :

Il radiologo, quando referta una rm , controlla che non ci siano patologie in tutte le aree dell 'encefalo ?
Nel caso ci fosse un neurinoma del nervo acustico lo avrebbe rilevato ?
Cos'e' l'area malacica ?

La mia perplessità nasce dal fatto che non è stato menzionato nulla se non l'area operata.
Non vorrei dover rifare l'esame per escludere il neurinoma (viste le vertigini e l'l'instabilità .. )

Mille grazie in anticipo per un vostro riscontro .

Cordiali saluti

Silvia

[#1]
Dr. Andrea Seghedoni Neurochirurgo, Medico di medicina manuale 229 14
Buonasera.

Il radiologo referta tutto l'esame, quindi ha controllato tutto.

Stia tranquilla che il neurinoma dell'acustico non c'è, anche perchè, se ci fosse, sarebbe vicino a dove lei è gia stata operata e quindi visibile senza andarlo a cercare.
Lei ha fatto la RM con il mezzo di contrasto, che "accende" un eventuale neurinoma proprio come una lampadina, rendendolo molto evidente.
L'area malacica è la zona del cervello che accoglieva il cavernoma che le hanno asportato e che presenta dei normali esiti cicatriziali (si definisce area malacica la zona di cicatrice del cervello)

Un saluto

Dr. Andrea Seghedoni,
neurochirurgo
www.andreaseghedoni.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la sua veloce e chiarissima risposta, il mio fine settimana sarà più sereno.

Un sorriso .

Silvia.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa